Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1851

La Banca centrale dello Stato Pontificio

E' istituita a Roma la Banca centrale dello Stato Pontificio, con sezioni periferiche ad Ancona e Bologna. Governatore della succursale bolognese è il marchese Cesare Bevilacqua (1802-1877), possidente.

Lo statuto è pubblicato il 25 giugno a Roma e il 30 a Bologna. Dal 1° luglio l'istituto dà inizio alle operazioni. La succursale bolognese entrerà in funzione il 16 luglio con un nuovo responsabile: Pietro Cicognari.

Il progetto della Banca di Sconto bolognese nasce all'interno di un gruppo di liberali moderati, desiderosi di una maggiore autonomia finanziaria da Roma e di risorse per investimenti nell'agricoltura e nell'industria locale.

In realtà oltre il 40% dei prestiti andranno a un ristretto numero di proprietari terrieri e l'80% delle somme investite serviranno al miglioramento delle colture della canapa e del riso. Questa debolezza di fondo decreterà, nel 1861, la fine dell'esperimento bolognese.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 2., p. 234, 237, 239
  • La ruota e l'incudine. La memoria dell'industria meccanica bolognese in Certosa, a cura di Antonio Campigotto, Roberto Martorelli, Bologna, Minerva, 2016, pp. 17-18