Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1850

Riapre l'Università

Con una sacra funzione è riaperta l'Università degli Studi. Le lezioni ricominciano l'11 novembre. Nessuno dei professori censurati è stato reintegrato.

L'unica eccezione è il professore di Anatomia comparata Antonio Alessandrini (1786-1861), scienziato troppo illustre per rimanere escluso, che al suo ritorno in cattedra è acclamato dagli studenti.

Nel 1949 Alessandrini ha fatto parte della Commissione Straordinaria Governativa nominata dal Consiglio municipale per guidare la città durante l'assedio degli Austriaci.

Pur essendo un moderato, sarà tra i primi a votare la destituzione del potere temporale. Alla sua morte il Comune acquisterà la sua grande biblioteca e la depositerà all'Archiginnasio.

 

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 2., p. 218, vol. 3., p. 330, 399
  • François Gasnault, La cattedra, l'altare, la nazione. Carriere universitarie nell'Ateneo di Bologna, 1803-1859, Bologna, CLUEB, 2001, pp. 79-80 (A. ALessandrini)