Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1849

Giulia Bovio Paolucci direttrice delle ambulanze

Nella capitale assediata vengono creati diversi ospedali e ambulanze per i feriti, gestiti da alcune donne accorse alla difesa della Repubblica. Il 27 aprile un Comitato centrale, presieduto da Padre Gavazzi e diretto da Cristina Trivulzio di Belgioioso (1808-1871), Enrichetta Di Lorenzo Pisacane (1820-1871) e Giulia Bovio Paolucci (1816-1880), diffonde un appello a stampa Alle donne romane, in cui è annunciata la costituzione di una Associazione per l'assistenza ai feriti.

L'opera umanitaria esercitata da tante donne durante l'assedio di Roma sarà denigrata dal generale francese Oudinot e dallo stesso Pio IX, che in una enciclica denuncerà come molti feriti siano morti senza conforto religioso, costretti “ad esalare lo spirito fra lusinghe di sfacciata meretrice”. Giulia Bovio, pronipote di papa Benedetto XIV, è a Roma assieme al marito, il conte Vittorio Paolucci de' Calboli, già Comandante di Piazza a Bologna.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 2., p. 108