Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1846

Prime fotografie di Bologna

Piazza Maggiore e Piazza del Nettuno sono fotografate nel maggio 1846 da un colto viaggiatore inglese, il reverendo Richard Calvert Jones (1804-1877), legato all'entourage di William Henry Fox Talbot (1800-1877), uno degli inventori del procedimento fotografico.

I quattro negativi in carta cerata, impressionati da Calvert Jones durante il suo breve soggiorno bolognese, sono le prime immagini fotografiche di Bologna.

Tra le prime foto giunte a Bologna vi sono quelle di tipo naturalistico inviate tra il 1839 e il 1840 da Fox Talbot al prof. Antonio Bertoloni (1775-1869), docente dell'Università e fondatore dell'Orto botanico bolognese. L'Album di disegni fotogenici del Bertoloni, raro incunabolo della fotografia europea, è ora conservato al Metropolitan Museum di New York.

L'esercizio della dagherrotipia è stato invece introdotto in città dagli operatori itineranti parigini Giuseppina Dubray e Claude Porraz, abili nell'eseguire ritratti fotografici di aristocratici signori.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Calvert Richard Jones sulla destra con varie persone - By Llyfrgell...

Approfondimenti:

  • Bologna perlustrata dai fotografi: 1846-2000, a cura di Angela Tromellini, in: Archivio Fotografico Cineteca Bologna, Bologna, Centro stampa del Comune, 2002, p. 7
  • Fotografia & fotografi a Bologna, 1839-1900, a cura di Giuseppina Benassati, Angela Tromellini, Casalecchio di Reno, Grafis, 1992, pp. 38-39, 41-43, 73-74 (L'Album Bertoloni)
  • Michael Gray, Il reverendo Calvert Jones in Italia, in: Fotografia & fotografi a Bologna, cit., pp. 69-70