Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1845

Rossini replica il suo "Stabat Mater" a palazzo Hercolani

A Palazzo Hercolani Gioachino Rossini, definito dal giornale “Il Felsineo” “sterminato portentoso Genio d'Italia nostra”, replica il suo Stabat Mater, in versione ridotta per soli pianoforte e archi, davanti a una “numerosissima adunanza” di persone, raccolta dalla Principessa Maria Malvezzi, Donna Marì (1780-1865), vedova di Astorre Hercolani (1779-1828) e animatrice dei salotti bolognesi.

La direzione è affidata, in questa occasione, al maestro Domenico Liverani (1805-1877), allievo di Mattei e clarinettista di fama internazionale.

La passione del teatro ha condotto Maria Hercolani a costruirne uno tutto suo, frequentato dalla più eletta società bolognese, all'interno della sua grande dimora aristocratica di Strada Maggiore, piena dei “più preziosi capi lavori d'arte dal 1300 fino all'epoche le più luminose”.

Rossini tornerà a Palazzo Hercolani il 14 marzo successivo per dirigere ed eseguire al pianoforte tre cori, intitolati Fede, Speranza e Carità, tratti in gran parte dall'Edipo a Colono, nel corso di una Grande accademia vocale ed istrumentale.

Il cronista Bottrigari non gli risparmierà una frecciata polemica, non avendo la carità "mai trovato posto" nel suo cuore.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 1., pp. 17-18, 19-20
  • Tommaso de' Buoi, Diario delle cose principali accadute nella città di Bologna dall'anno 1796 fino all'anno 1821, a cura di Silvia Benati, Mirtide Gavelli e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Bononia University Press, 2005, p. 403 note 52-53
  • Vittorio Emiliani, Il furore e il silenzio. Vite di Gioachino Rossini, Bologna, Il Mulino, 2007, p. 350, 356
  • Un mondo di musica. Concerti alla Società del Casino nel primo Ottocento, a cura di Maria Chiara Mazzi, Bologna, Museo del Risorgimento, 2014, pp. 136-137 (Domenico Liverani)

  • Elena Musiani, Circoli e salotti femminili nell'Ottocento. Le donne bolognesi tra politica e sociabilità, Bologna, CLUEB, 2003, pp. 76-78
  • Elena Musiani, Rossini "maestro" di salon tra Bologna e Parigi, in: Gioachino in Bologna. Mezzo secolo di società e cultura cittadina convissuto con Rossini e la sua musica, a cura di Jadranka Bentini e Piero Mioli, Bologna, Pendragon, 2018, p. 383, 387
  • Giuseppe Carlo Rossi, Dona Marì e i suoi tempi, in: "Strenna Storica Bolognese", 1960, pp. 283-292
  • Rossini a Bologna, note documentarie (...) a cura di Luigi Verdi, Bologna, Patron, 2000, p. 107
  • Francesco Vatielli, Rossini a Bologna. Parte terza, in: “L'Archiginnasio”, 13 (1918), p. 130

  • Viaggio a Rossini, a cura di Luigi Ferrari, Bologna, Nuova Alfa, 1992, p. 62