Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1845

Lo scontro di Badi

Il 28 settembre a Badi di Porretta avviene uno scontro tra una colonna di rivoltosi e la brigata dei carabinieri di Porretta, rinforzata da una ventina di volontari e finanzieri.

Lo scambio di colpi di fucile dura per circa due ore, ma alla fine i ribelli, capeggiati dall'avvocato Gustavo Bonagrazia di Livorno, devono arrendersi.

Solo alcuni riescono a darsi alla fuga. 14 di essi sono condotti prigionieri a Bologna il giorno successivo. Insieme ad armi e munizioni, cadono nelle mani dei pontifici un sacchetto con 25 libbre d'oro (la cassa militare del gruppo) e numerosi passaporti e lettere, che provano l'intenzione dei rivoltosi ad unirsi con altri gruppi, provenienti da Lucca, nei boschi di Granaglione.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 1., p. 29
  • Giulio Cavazza, Bologna dall'età napoleonica al primo Novecento, in: Storia di Bologna, a cura di Antonio Ferri, Giancarlo Roversi, Bologna, Bononia University Press, 2005, pp. 298-299
  • Ottorino Montenovesi, I casi di Romagna, in: "Rassegna storica del Risorgimento", 1921, p. 383