Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1845

Il convitto delle Sordomute

Don Pietro Buffetti, parroco della SS. Trinità, e i conti Piriteo e Annibale Vincenzo Ranuzzi fondano un convitto, che si propone di raccogliere e istruire fanciulle sordomute provenienti da famiglie povere.

A Giuseppina Maria e Anna Ranuzzi è dato l'incarico di educare le fanciulle. In un primo tempo l'attività si svolge nel palazzo dei conti. Nel 1852 verrà a Bologna la signora Luigia De Sperati, esperta nell'insegnamento delle tecniche di apprendimento ai sordomuti.

Nel 1857 sarà acquistato un ex convento di monache Servite in via della Braina, con grande orto annesso. Nella nuova casa appena restaurata, il 10 agosto di quell'anno sarà accolto, "con giubilo e festeggiamenti", papa Pio IX in visita a Bologna e nelle Legazioni. Nel 1890 l'Istituto diventerà Opera Pia.

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

  • Alberto Caleffi, Il cammino della storia dei sordi bolognesi, San Giovanni in Persiceto, LI PE, 2013, pp. 321-323
  • La città della carità. Guida alle istituzioni assistenziali di Bologna dal XII al XX secolo, a cura di M. Carboni, M. Fornasari, M. Poli, Bologna, Costa, 1999, p. 66
  • Nel nome di Bologna. Consulta tra antiche istituzioni bolognesi, a cura di Guglielmo Franchi Scarselli, Bologna, L'inchiostroblu, 2007, pp. 58-63
  • Pasticcio alla bolognese. Storie, storielle, fatti, fattacci, episodi, racconti, filastrocche, poesie, zirudelle, narcisate, cronache, discorsi e bazzecole, raccolti e disordinatamente raccontati da Gino Calari, Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, 2004, p. 282