Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1843

Demolita la chiesetta dei Sabbatini

In vista dell'ampliamento di Porta Saragozza è demolita la chiesetta di S. Maria dell'Ispirazione, sede della Congregazione degli Anni di Maria Vergine, fondata nel 1721 in S. Maria del Tempio (la Magione) e detta dei Sabbatini (o Sabatini), per l'uso dei confratelli di recarsi a San Luca ogni sabato all'alba.

La chiesetta fu eretta nel 1705 per venerare un'immagine della Madonna dipinta sulle mura nei pressi della porta e fu ampliata nel 1757-1766. Soppressa nel periodo napoleonico, fu riaperta al culto nel 1815.

Dopo la demolizione, i Sabbatini passeranno a S. Maria della Rondine e, nel 1913, nella cappella dell'Annunciazione al Meloncello, accanto al 1° Mistero del portico di San Luca.

Continueranno l'uso di salire al santuario ogni sabato e saranno soliti assistervi a una Messa celebrata alle 6 del mattino appositamente per loro. Il motivo di un pellegrinaggio così mattiniero è che la maggior parte dei confratelli sono lavoratori del Mercato delle Erbe e così possono aprire in tempo i loro banchetti.

 

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

Patrizia Mattioli, Giancarlo Tassinari, I pellegrini del sabato mattina, con la collaborazione di Giuliano Musi, in: "Nelle Valli Bolognesi", 39 (2018), pp. 30-31


Oriano Tassinari Clò, I "viaggi" della Madonna di San Luca e altre manifestazioni di culto pubblico e collettivo, in: La Madonna di San Luca in Bologna. Otto secoli di storia, di arte e di fede, a cura di Mario Fanti e Giancarlo Roversi, Bologna, Cassa di risparmio in Bologna, 1993, p.107