Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1841

Restaurato il Santuario di Santa Maria Lacrimosa degli Alemanni

E' riaperto al culto il Santuario di S. Maria Lacrimosa degli Alemanni, situato lungo la via Emilia fuori porta Maggiore.

Esso comprende due distinti edifici religiosi: la chiesa di S. Maria degli Alemanni, costruita con annesso ospedale nel XIII secolo dall'Ordine dei Cavalieri Teutonici, e la chiesa di S. Maria Lacrimosa, sorta nel XVI secolo per custodire un'immagine miracolosa della Madonna.

Il complesso fu ingrandito nel XVII secolo dai Carmelitani Scalzi, con la costruzione del loro convento e del lungo portico che arriva fino a Porta Maggiore.

La chiesa fu ampliata con il probabile intervento di Alfonso Torreggiani e la costruzione nel 1690 della Cappella della Sacra Famiglia, capolavoro in stile barocco di Ferdinando Bibiena.

Con la soppressione della congregazione nel 1797, il convento diventò bene demaniale e fu venduto a privati, mentre nel 1808 l'antico ospedale degli Alemanni fu ridotto ad abitazioni e botteghe. Nello stesso anno la chiesa, con la doppia denominazione di Santa Maria Lacrimosa degli Alemanni, divenne parrocchiale.

L'ultimo radicale restauro, effettuato tra il 1837 e il 1841, ha lasciato poche tracce del passato: il campanile trecentesco dell'antica chiesa degli Alemanni - un tempo disposta con l’abside a oriente - e il pronao cinquecentesco di S. Maria Lacrimosa.

Il nuovo tempio è disegnato da Gaetano Cesari. Il Santuario subirà ancora rifacimenti nel Novecento.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

La chiesa di S.M. Lacrimosa degli Alemanni - via Mazzini (BO) Chiesa di S.M. Lacrimosa degli Alemanni - via Mazzini (BO) Chiesa di S.M. Lacrimosa degli Alemanni - via Mazzini (BO) Resti dell Chiesa di S.M. Lacrimosa degli Alemanni - via Mazzini (BO) - uno degli altari... La lapide ricorda il ruolo dell

Approfondimenti:

  • Umberto Beseghi, Introduzione alle chiese di Bologna, 4. ed., Bologna, Tamari, 1964, pp. 336-338
  • Tommaso de' Buoi, Diario delle cose principali accadute nella città di Bologna dall'anno 1796 fino all'anno 1821, a cura di Silvia Benati, Mirtide Gavelli e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Bononia University Press, 2005, p. 428, nota 60, 558, nota 44
  • Orfeo Facchini, Imelde Bentivogli, Andar per santuari. 50 santuari mariani bolognesi, Pianoro, Editografica, 1995, pp. 118-125
  • Filippo Raffaelli, I segreti di Bologna, Bologna, Poligrafici, 1992, p. 114
  • S. Maria degli Alemanni in Bologna, ricerche di Mario Fanti e Giancarlo Roversi, Bologna, L. Parma, 1969