Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1837

Nuova gestione per il Caffè degli Stelloni

Riapre il Caffè degli Stelloni, situato nel palazzo all'angolo tra via Canton dé Fiori e il Mercato di Mezzo (poi via Indipendenza e via Rizzoli). Nel triennio giacobino fu il covo dei “più accesi spiriti rivoluzionari” e punto di partenza per clamorose dimostrazioni contro i nobili e il clero.

Il locale prende il nome dalle colonnette (o "fittoni") di legno, alte circa due metri, che un tempo delimitavano la Piazza del Nettuno e che nel 1797 furono atterrate sulla base di un decreto napoleonico.

I nuovi proprietari non hanno badato a spese per farne uno "dei più eleganti e ricchi caffè di Bologna", in grado di richiamare una numerosa clientela per "la vastità dei locali, la squisitezza del servizio, la copia delle provviste e l'abilità del ministero".

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

L Gli Stelloni erano i paracarri che delimitavano piazza Nettuno e il Mercato... Palazzo degli Stelloni - via Rizzoli (BO)

Approfondimenti:

  • I caffè storici in Emilia-Romagna e Montefeltro, a cura di Giancarlo Roversi, Casalecchio di Reno, Grafis, 1994, pp. 45-48
  • Francesco Majani, Cose accadute nel tempo di mia vita, a cura di Angelo Varni, Venezia, Marsilio, 2003, p. 77, nota 176
  • Alberto Preti, Giornali, circoli, caffé: le idee di unità e di indipendenza a Bologna, in: Storia illustrata di Bologna, a cura di Walter Tega, Milano, Nuova ed. AIEP, 1989, vol. 3., p. 383 (ill.)
  • Loris Rabiti, Il tocco di Polimnia. Maria Brizzi Giorgi, musicista, musa e mentore del giovane Rossini, introduzione di Antonio Castronuovo, Bologna, Pendragon, 2021, p. 47