Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1837

Epidemia di "Grippe"

In marzo, dopo aver colpito duramente i paesi del nord Europa, si diffonde anche in Italia una violenta epidemia di influenza, conosciuta con il nome francese di Grippe (Grip).

A Bologna si manifesta “con molta estensione”, attaccando circa 20.000 persone, quasi i due terzi della popolazione della città.

Per fortuna la prognosi risulta generalmente benigna e si risolve in 5-7 giorni di malattia, nei casi di pazienti che non presentano "cattive disposizioni ai visceri".

Tra i sintomi più comuni vi sono: mal di testa, prostrazione, dolore alle giunture e alle estremità inferiori, difficoltà di respiro, tosse, un mal di gola che in alcuni casi si estende "allo interno del petto", febbre "senza grande urto e pienezza nel polso", sudori.

I medici prescrivono soprattutto riposo e dieta, oltre che decotti di fiori di tiglio e di sambuco, sale amaro purgativo, olio di ricino e salassi nei casi più gravi. Alcuni esperti ritengono che la Grippe sia il "morbo precursore" del colera asiatico.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Guido Alfani, Alessia Melegaro, Pandemie d'Italia. Dalla peste nera all'influenza suina. L'impatto sulla società, Milano, EGEA, 2010
  • "Bullettino delle scienze mediche", pubblicato per cura della Società medico-chirurgica di Bologna e compilato dai soci, serie 2., vol. 3., p. 411 sgg.
  • Il cholera morbus nella città di Bologna l'anno 1855, relazione della Deputazione comunale di Sanità, preceduta da notizie storiche intorno le pestilenze nel bolognese, Bologna, Tip. governativa Della Volpe e Del Sassi, 1857, pp. 158-159
  • Eugenia Tognotti, La "spagnola" in Italia. Storia dell'influenza che fece temere la fine del mondo, 1918-19, Milano, F. Angeli, 2002, p. 46