Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1836

La villa Panglossiana

Viene posta in vendita la Villa Panglossiana, situata a Montechiaro, sulle colline del Sasso, a una quindicina di chilometri da Bologna. Fa parte di un piccolo borgo extraurbano, con botteghe artigiane.

Fu fatta costruire all'inizio dell'800 dal prof. Gaetano Conti, docente di medicina legale all'Università di Bologna, con l'intento di accogliere i migliori rappresentanti dell'arte e della cultura bolognese del periodo.

Il nome richiama Pangloss, il precettore del Candide di Voltaire, di cui il professore assunse anche il motto: “Tout pour le mieux”.

L'edificio, su tre piani, è dotato di loggia passante, secondo la migliore tradizione delle villeggiature bolognesi. Un'insegna sulla porta recita “Mihi et amicis”.

E' attorniato da un parco romantico, con un tempietto dedicato a Pangloss, rovine gotiche e una grotta. Un piccolo, ingegnoso cannone, attivato dal sole, spara un colpo di cannone a mezzogiorno.

Ritrovo di buongustai, la Panglossiana era citata nel Code des gourmands, che in Francia faceva testo. Gli ospiti lasciavano ricordi scritti, pensieri, disegni. I pittori a volte ricambiavano l'accoglienza affrescando le pareti.

Tra i frequentatori illustri vi sono Luigi Cherubini (1760-1842), che a Bologna fu studente, il conte Carlo Pepoli, amico di Leopardi, il cardinale e celebre poliglotta Giuseppe Mezzofanti, il prof. Francesco Rizzoli, padre dell'ortopedia moderna.

Fonti della notizia:

consulta

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

Umberto Beseghi, Castelli e ville bolognesi, Bologna, Tamari, 1957, pp. 72-76


Descrizione della villa detta Panglossiana che apparteneva al defunto professor Gaetano Conti, pubblicata dall'ingegnere Pietro Conti cugino di lui affine di rendere informati coloro che volessero fare acquisto della descritta villa, Bologna, Tipi della Volpe al Sassi, 1836


Francesca Lui, Viaggio nelle stanze romantiche. Scena e retorica degli interni, Bologna, Bononia University Press, 2012, pp. 93-99


Gianluca Rossi, La villa Panglossiana, in: "Al Sas", 4 (2001), pp. 60-66


Gianluca Rossi, La Villa Panglossiana. Un gioiello dei primi dell'800 frequentato dai migliori nomi dell'arte e della cultura bolognese, in: "Al Sas", 31 (2015) pp. 50-65