Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1832

La situazione precipita

Una notificazione del generale Patuzzi e del Pro-legato Grassi, considerato da molti uomo moderato e di buon senso, chiede il ritorno alla legalità e procura loro un'accusa di tradimento da parte degli agitatori più estremisti.

L'indisciplina a Bologna è al colmo. Si agita anche il popolo minuto, una folla di artigiani, gargiolari, facchini, oziosi e contrabbandieri (i cosiddetti "tirini"). Molti ufficiali della Guardia Civica sono pronti a prendere le armi per difendere la città.

Il 12 gennaio i militari sostengono davanti al Pro-legato la necessità di marciare verso Cesena contro i pontifici. Il giorno dopo parte una colonna mobile, che sarà seguita da un'altra colonna il 18 gennaio.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Silvia Benati, Un affresco politico-sociale: la Società del Casino (1809-1823), in: Negli anni della Restaurazione, a cura di Mirtide Gavelli e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Museo del Risorgimento, 2000, p. 103, nota 359 (C. Grassi)
  • Giovanni Natali, La rivoluzione del 1831 a Bologna e nelle Legazioni, in: Il 1859-60 a Bologna, Bologna, Edizioni Calderini, 1961, pp. 30-32