Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1830

Eccezionali nevicate

Le eccezionali nevicate dell'inverno sono immortalate da una serie di acqueforti dei fratelli Basoli. Esse mostrano enormi cumuli di neve raccolti nelle piazze principali di Bologna, che quasi superano l'altezza delle case.

Sono il frutto dello sgombero ordinato dal Governo per rendere praticabili almeno le strade più importanti e per "soccorrer le genti".

In molti rioni le vie non sono percorribili e anche i carretti circolano sotto i portici. Gli archi murati dal ghiaccio e dalla neve costringono ad usare le lanterne anche di giorno.

Secondo i dati raccolti dall'osservatorio metereologico dell'università, tra la prima precipitazione del 17 novembre 1829 e l'ultima del 21 febbraio 1830 è nevicato per 324 ore.

Le temperature molto basse fanno sì che la neve diventi ghiaccio e rimanga depositata a lungo, creando gravi disagi.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Tombino tra le due torri collegato a una chiavica sotterranea per lo...

Approfondimenti:

  • Luca Baccolini, I luoghi e i racconti più strani di Bologna. Alla scoperta della "dotta" lungo un viaggio nei suoi luoghi simbolo, Roma, Newton Compton, 2019, pp. 184-186
  • Margherita Bianchini, 101 storie su Bologna che non ti hanno mai raccontato, Roma, Newton Compton, 2010, pp. 157-158
  • Valeria Roncuzzi Roversi-Monaco, Bologna in punta di penna. L'immagine della città nelle guide artistiche, nelle vedute e nelle impressioni del Poeta, in: Giacomo Leopardi e Bologna: libri, immagini e documenti, a cura di Cristina Bersani e Valeria Roncuzzi Roversi-Monaco, Bologna, Pàtron, 2001, p. 168