Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1826

Il Papa conferma il culto della Beata Imelda Lambertini

Il 20 dicembre Papa Leone XII proclama beata la giovanissima Imelda Lambertini. Il processo di canonizzazione è stato avviato nel '700 sotto il pontificato del papa bolognese Benedetto XIV.

Nel 1333 Imelda, al secolo Maria Maddalena Lambertini, era una educanda nel monastero domenicano di Santa Maria Maddalena in Val di Pietra, fuori porta Saragozza.

Il suo grande desiderio era quello di ricevere la Comunione Eucaristica, ma non aveva ancora l'età richiesta dalla Chiesa.

Secondo la tradizione il 12 maggio di quell'anno, mentre in chiesa pregava con grande intensità, prostrata a terra, un'ostia si staccò dalla pisside e volò fino a lei.

Il sacerdote gliela mise fra le labbra e subito dopo la piccola morì in estasi. Il miracolo la rese un modello della devozione eucaristica e un raro esempio di santa bambina.

Nel 1582 le suore Domenicane si trasferirono all'interno delle mura e le reliquie della Beata Imelde furono traslate prima nella nuova sede del convento in via Galliera, poi nella chiesa di San Sigismondo, di fianco alla Cà Granda dei Malvezzi.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Lapide per Imelda Lambertini nel convento di San Giuseppe in Val di Pietra... Spoglie della Beata Imelda Lambertini nella chiesa di San Sigismondo (BO) Lapide per Imelda Lambertini nella chiesa di San Sigismondo (BO)

Localizzazioni:

Google Maps

Approfondimenti:

Timoteo Centi, La beata Imelda Lambertini vergine domenicana. Con studio critico e documenti inediti, Firenze, Edizioni Il rosario, 1955


Elena Magni, Beata Imelda Lambertini. Una bambina che voleva incontrare Gesù, Bologna, ESD, 2016


Gian Ludovico Masetti Zannini, Beata Imelda Lambertini, storia e tradizione, in: "Strenna storica bolognese", 51 (2001), pp. 325-338