Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1822

I tipografi Masi e il "Bertoldo" in ottava rima

I giovani tipografi Riccardo e Spiridione Masi pubblicano una edizione in tre volumi in dodicesimo del Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno di Giulio Cesare Croce e Adriano Banchieri "in ottava rima con argomenti, allegorie, e note".

Riccardo ha ricevuto intorno al 1813 la tipografia dalle mani del padre Tommaso, che l'aveva trasferita a Bologna da Livorno nel 1800. Si caratterizzava per belle e accurate edizioni.

Nel 1828 la proprietà sarà divisa tra i due fratelli: a Riccardo resterà la stamperia nell'ex convento dei Celestini, a Spiridone la libreria sotto il portico del Pavaglione, poi rivenduta nel 1849.

Nel 1831 la tipografia Masi stamperà l'audace “Nuovo Catechismo”.

Fonti della notizia:

consulta

Approfondimenti:

  • Saverio Ferrari, Gli empori del letterato. Un itinerario tra conservazione, produzione e commercio del libro a Bologna nel triennio 1825-1827, in: Giacomo Leopardi e Bologna: libri, immagini e documenti, a cura di Cristina Bersani e Valeria Roncuzzi Roversi-Monaco, Bologna, Pàtron, 2001, pp. 201-202
  • Maria Gioia Tavoni, Tipografi, editori, lettura, in: Storia di Bologna, direttore Renato Zangheri, vol. 4., tomo 1., Bologna, Bononia University Press, 2010, pp. 697-698