Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1821

L'Oratorio degli scolari

Il cardinale Spina, d'intesa con il cardinale Arcivescovo Oppizzoni, decide di destinare l'ex chiesa gesuitica di S. Ignazio, in via Borgo della Paglia (poi Via Belle Arti), a Oratorio degli scolari.

L'intero edificio conventuale è stato ridotto a caserma nel 1796, mentre la chiesa di S. Ignazio è stata usata come dormitorio per le truppe. Dal 1805, una volta atterrati il tamburo e la cupola, è diventata l'aula magna dell'Università.

A dirigere questa prestigiosa “stazione pastorale”, nel cuore della zona universitaria, è chiamato don Luigi Morandi, che nel periodo napoleonico è stato uno dei preti conciliatori tra la dottrina cristiana e la rivoluzione giacobina, ma è ritornato poi a una più rigorosa ortodossia.

Come responsabile della Congregazione degli scolari, egli dovrà registrare la scarsa e svogliata partecipazione degli studenti e dei professori alle funzioni, fino alle vere e proprie contestazioni delle pratiche religiose, rese obbligatorie dalla riforma scolastica del 1824.

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Ex chiesa di S.Ignazio - via Belle Arti (BO) Ex chiesa di S.Ignazio - poi Accademia di Belle Arti - Aula Magna - via Belle... Ex chiesa di S.Ignazio - poi Accademia di Belle Arti - Aula Magna - via Belle...

Approfondimenti:

  • Luciano Gherardi, Bedetti giovane, in: Nuovi patti di pace. Saggi per Giovanni Catti nel settantesimo compleanno, a cura di Gian Domenico Cova, Bologna, Edizioni Dehoniane, 1994, pp. 120-122