Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

argomenti

1819

Il monumento del duca di Curlandia all'Accademia

Il monumento in onore di Pietro duca di Curlandia, opera di Angelo Venturoli (1749-1821) e Giacomo De Maria (1762-1838), eretto tra il 1786 e il 1795 a Palazzo Poggi su iniziativa del Senato bolognese, è trasportato e rimontato, a cura di Leandro Marconi, nello studio del professore di Scultura dell'Accademia di Belle Arti in Sant'Ignazio, che da allora diventerà Sala dei premi Curlandesi.

Il monumento ricorda la visita a Bologna, nel 1785, del duca di Curlandia e la sua donazione di mille zecchini d'oro all'Istituto delle Scienze per l'istituzione di un concorso annuale d'arte.

Il Premio Curlandese, costituito da una medaglia d'oro, sarà assegnato su un tema dato ad artisti italiani ed esteri: il primo anno a un'opera di pittura, poi a turno di scultura, architettura e incisione.

Nato nel 1786, risulterà tra i premi più longevi: sarà distribuito fino alla prima metà del '900, sopravvivendo ai cambiamenti istituzionali dell'Accademia.

Tra i primi vincitori vi sono alcuni tra i migliori artisti operanti a Bologna, quali Giacomo De Maria (1789), Francesco Rosaspina (1790) e Pietro Fancelli (1791).

Fonti della notizia:

consulta

Immagini e multimedia:

Monumento al duca di Curlandia - G. De Maria, A. Venturoli - Accademia di...

Approfondimenti:

  • I concorsi curlandesi. Bologna, Accademia di Belle Arti, 1785-1870, Bologna, Galleria d'arte moderna, marzo-maggio, Museo civico, giugno-luglio 1980, catalogo a cura di Renzo Grandi, Bologna, Grafis, 1980, p. 14, 16, 43, 47
  • Fondazione Cassa di risparmio in Bologna, Genus Bononiae-musei nella città, Antico e moderno. Acquisizioni e donazioni per la storia di Bologna (2001-2013), a cura di Angelo Mazza, Bologna, Bononia University Press, 2014, pp. 162-163