Alessandro Berselli

Inizia la sua attività come umorista nel 1991: le sue Lettere al condominio catturano l’attenzione di Maurizio Costanzo che, nel 1992, lo invita al Maurizio Costanzo Show. Tra le varie collaborazioni in questo ambito ricordiamo le riviste Comix e L’Apodittico, e il sito di satira online Giuda. Dal 2003 inizia un’attività parallela di scrittore noir. I suoi racconti denotano un evidente debito tanto nei confronti della scrittura pulp quanto di un certo tipo di letteratura psicologica, dove all’indagine si preferisce l’analisi dei processi mentali, del senso della sconfitta, dell’insoddisfazione del vivere quotidiano. L’universo nel quale Berselli si muove è fatto di persone mediocri e falliti protagonisti borderline, figure incapaci di trovare un riscatto e per questo condannate al baratro emotivo. Nella sua bibliografia troviamo quattro romanzi: Storie d’amore, di morte e di follia (ARPANet, 2005), Io non sono come voi (Pendragon, 2007), Cattivo (Perdisa, 2009) e Non fare la cosa giusta (Perdisa, 2010). Ha pubblicato inoltre alcuni racconti in diverse antologie: Morte di una puttana, 2003; Il bidello, 2004; Cobain, 2006; Il barattolo della cioccolata è sulla mensola in alto, 2007; Le apparenze, 2008; Spiral, 2009; Brother, 2010; Evaporare, 2010. Per il quotidiano “La Repubblica” ha scritto Commando sette (2007), inserito nella rassegna Bologna 2040 e, per “Il Resto del Carlino”, è uscito Drowned nell’estate 2008. Il racconto I don’t like mondays (2008) è stato pubblicato su Lama e trama 5, antologia curata da Luigi Bernardi. Disponibili on line: Breve novella del cervello malato (2006), sul sito I vedovi neri; Pigro (2007), su Books and other sorrows di Francesca Mazzucato; Zipless Fuck (2008) su Via delle belle donne; Cosa c'è nel cassetto (2010) nel blog di Barbara Garlaschelli. Il sito di Alessandro Berselli, Highway to hell

Cerca sue opere nel catalogo:

AlessandroBerselli