Walter Vitali

Sindaco dal 27 febbraio 1993 al 30 giugno 1999 Lista: Due Torri DS - Ulivo

Walter Vitali è nato a Minerbio, in provincia di Bologna, il 30 settembre 1952. E' laureato in Filosofia all'Università di Bologna con una tesi sull'organizzazione delle federazioni di Bologna e Imola del PCI dal 1945 al 1986.

Ha maturato le prime esperienze politiche nei movimenti studenteschi da segretario della sezione del PCI di Bologna a responsabile nazionale degli studenti comunisti.

Dal 1980 al 1999 è stato amministratore nel Comune di Bologna. Nel 1982 il sindaco Zangheri lo chiama in giunta come assessore al Decentramento e al progetto giovani, delega poi ampliata dal sindaco Imbeni con le competenze degli Affari istituzionali.

In quegli anni i quartieri si trasformano da organi di partecipazione in centri di gestione dei servizi ai cittadini, anche con l'accorpamento degli allora 18 quartieri negli attuali 9.

Avvia il processo di riforma del Comune con regolamenti innovativi per l'attività di Giunta, Consiglio e Commisioni, con nuovi criteri per l'assegnazione degli appalti, con la realizzazione di un sistema di comunicazione che pone al centro il diritto dei cittadini ad essere informati sull'attività della pubblica amministrazione.

Dal 1989 è assessore al Bilancio, pianificazione, controllo di gestione. Tra le scelte di quel mandato l'impostazione del bilancio secondo le tecniche del budget, la responsabilizzazione dei settori nel raggiungimento degli obiettivi e nell'uso delle risorse.

Tra i programmi e le iniziative: il piano delle privatizzazioni, il progetto di comune-holding, i nuovi profili professionali come quelli del direttore operativo e del direttore generale del comune.

Nel 1993, divenuto sindaco, dà vita nel governo di Bologna alla prima esperienza della coalizione che poi si chiamerà Ulivo e forma una giunta che registra la presenza di personalità esterne al Consiglio comunale.
Rappresenta i sindaci e i comuni italiani nei rapporti con Governo e Parlamento, specie nella preparazione di finanziarie decisive per entrare nella moneta europea.

Nel 1994 firma, insieme a tutti gli altri sindaci del bolognese e alla Provincia, l'accordo che istituisce la Conferenza metropolitana dei sindaci in vista della costituzione della Città Metropolitana. Presiede i Comitati per la difesa della Costituzione, voluti da Giuseppe Dossetti.

Il 23 aprile 1995 viene riconfermato in carica nelle prime elezioni dirette del sindaco. Dal 1995 al 1997 è presidente di Eurocities, l'associazione delle maggiori città europee. Per l'azione di solidarietà e assistenza svolta dal Comune di Bologna in Bosnia durante la guerra interna all'ex Jugoslavia, diventa cittadino onorario di Tuzla.

Nel 1998 Bologna viene proclamata Città europea della cultura per l'anno 2000. Vitali firma con il Vicepresidente del Consiglio Veltroni un protocollo d'intesa che assicura importanti finanziamenti per nuovi spazi e attività culturali nella città (compresa Sala Borsa) finalizzati anche alla sua valorizzazione turistica.

Dal 1999 al 2001 è responsabile nazionale autonomie locali dei Democratici di Sinistra. Nel maggio 2001 viene eletto senatore nel Collegio 7 dell'Emilia-Romagna (Bologna-Bazzano). Nel corso della XIV Legislatura è membro della Commissione Affari Costituzionali del Senato e capogruppo DS-Ulivo nella Commissione bicamerale per le questioni regionali.

Nell'aprile 2006 viene rieletto al Senato per la lista DS della Regione Emilia-Romagna e si iscrive al gruppo dell'Ulivo. Fa parte della Commissione Affari Costituzionali del Senato e viene riconfermato capogruppo PD della Commissione bicamerale per le questioni regionali.

Nell'aprile 2008 viene eletto per la terza volta al Senato. E' confermata la sua appartenenza alla Commissione Affari Costituzionali del Senato e alla Commissione bicamerale per le questioni regionali.

Mandati:

Febbraio 1993 - aprile 1995
Composizione della Giunta: Silvia Bartolini, Stefano Bonaga, Franco Carinci (vicesindaco), Roberto Dalle Nogare, Franco Degli Esposti, Anna Del Mugnaio, Anna Donati, Rosanna Facchini, Anna Fiorenza, Ugo Mazza, Mauro Moruzzi, Gianfranco Parenti, Marco Poli, Concetto Pozzati, Mauro Raparelli, Roberto Russo, Sergio Sabattini, Ivonne Stefanelli, Luciano Vandelli.

Aprile 1995 - giugno 1999

Composizione della Giunta: Flavio Delbono, Paolo Ferratini, Lalla Golfarelli, Roberto Grandi, Laura Grassi, Gianfranco Parenti, Luigi Pedrazzi (vicesindaco), Domenico Pellicanò, Elisabetta Possati, Concetto Pozzati, Stefano Serini, Silvia Zamboni.