canali

Canale di Reno - Grada

Dove
di Reno Grada , Via della Grada, 12
In seguito ad accordi con alcuni privati, nel 1208 il Comune di Bologna fece costruire una nuova chiusa sul fiume Reno a Casalecchio e un canale che entrava in città alla Grada. Il nome si riferisce alle due grate di ferro, tuttora visibili, usate per fermare i rami e le frasche trasportate dalla corrente e per impedire introduzioni clandestine di merci e di persone all’interno della cinta muraria. Il canale di Reno alimentava diverse lavorazioni.
Il canale di Reno alla Grada
Tratto scoperto del canale di Reno alla Grada
Canale di Reno alla Grada
Tratto scoperto del canale di Reno alla Grada
Tratto scoperto del canale di Reno alla Grada
Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Grada
Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Grada - Ingresso
Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Grada - portico d'accesso e parapetto del canale di Reno
Opificio della Grada e chiesa parrocchiale di S. Maria
Opificio della Grada
Bibliografia
  • Bologna. Guida di architettura, progetto editoriale e fotografie di Lorenzo Capellini, coordinamento editoriale di Giuliano Gresleri, Torino, U. Allemandi, 2004, p. 35
  • Tiziano Costa, Canali perduti. Quando Bologna viveva sull'acqua, 5. ed., Bologna, Costa, 2009, p. 117
  • Tiziano Costa, Il grande libro dei canali di Bologna, nuova ed., Bologna, Costa, 2008, pp. 47-49
  • Tiziano Costa, Il grande libro delle mura di Bologna, Bologna, Costa, 2010, pp. 178-179
  • Le acque di Bologna - Acque della città
  • Origine di Bologna - Canale di Reno
Documento del 24 mar 2014 — ultimo aggiornamento il 17 gen 2022