Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

10 gennaio 2020

"Pietre d'inciampo" a ricordo della Shoah

Blocchi di pietra ricoperti di ottone con i nomi delle persone deportate nei lager nazisti.

Sono le cosiddette “pietre d'inciampo” realizzate personalmente dall'artista tedesco Gunter Demnig e collocate in varie città europee, davanti alle abitazioni delle vittime del nazismo e del fascismo.

Le prime furono posate nel ghetto di Roma nel 2010. Il 10 gennaio 2020 alcune vengono collocate anche a Bologna, su iniziativa del Comune e di vari enti riuniti nel Tavolo della Memoria.

In via Rimesse ricordano i Baroncini, una famiglia antifascista che visse l'esperienza dei campi di sterminio. Dei cinque componenti sopravvissero le due figlie più piccole, Angela e Nella.

Altre pietre sono murate in via del Cestello, dove risiedeva Mario Finzi, giovane avvocato e promettente pianista. Come delegato della DELASEM fu protettore di tanti ebrei. Tra essi i ragazzi di Villa Emma a Nonantola.

In Strada Maggiore, invece, abitavano i Calò, una famiglia di ambulanti, consegnatasi per la disperazione ai carabinieri di Savigno. Deportati a Fossoli e poi in Germania, non sopravvissero al lager.

Infine due pietre vengono posate in via Gombruti, davanti all'abitazione del rabbino Leone Alberto Orvieto e della moglie Margherita Cantoni, arrestati a Firenze dalla famigerata Banda Carità e uccisi al loro arrivo ad Auschwitz.

Pietre d'inciampo - Famiglia Orvieto - via Gombruti (BO)
Pietre d'inciampo - Famiglia Orvieto - via Gombruti (BO)
La casa del rabbino Orvieto - via Gombruti (BO)
La casa del rabbino Orvieto - via Gombruti (BO)
Stendardo ANED (Associazione ex deportati) alla posa delle pietre d'inciampo in via Rimesse (BO)
Stendardo ANED (Associazione ex deportati) alla posa delle pietre d'inciampo in via Rimesse (BO)
Pietre d'inciampo - Famiglia Baroncini - via Rimesse (BO)
Pietre d'inciampo - Famiglia Baroncini - via Rimesse (BO)
Posa delle pietre d'inciampo a Bologna - Attivista ANED
Posa delle pietre d'inciampo a Bologna - Attivista ANED
Una classe del Liceo Galvani assiste alla posa della pietra d'inciampo dedicata a Mario Finzi - via del Cestello (BO)
Una classe del Liceo Galvani assiste alla posa della pietra d'inciampo dedicata a Mario Finzi - via del Cestello (BO)
L'artista tedesco Gunter Demnig autore delle pietre d'inciampo
L'artista tedesco Gunter Demnig autore delle pietre d'inciampo
Pietra d'inciampo - Mario Finzi - via del Cestello (BO)
Pietra d'inciampo - Mario Finzi - via del Cestello (BO)
Pietre d'inciampo - Famiglia Calò - Strada Maggiore (BO)
Pietre d'inciampo - Famiglia Calò - Strada Maggiore (BO)
Approfondimenti

L'applicazione della legislazione antisemita in Emilia Romagna, a cura di Valerio Marchetti, Bologna, Il nove, 1999


Il difficile rientro: il ritorno dei docenti ebrei nell'Università del dopoguerra, a cura di Dianella Gagliani, Bologna, CLUEB, 2004


Antonia Grasselli, Stranieri in patria. Gli ebrei bolognesi dalle leggi antiebraiche all'8 settembre del 1943, Bologna, Pendragon, 2006


Josef Indig Ithai, Anni in fuga. I ragazzi di Villa Emma a Nonantola, a cura di Klaus Voigt, Firenze, Giunti - Bologna, Regione Emilia-Romagna, 2006


Marie-Anne Matard-Bonucci, L'Italia fascista e la persecuzione degli ebrei, Bologna, Il mulino, 2008


Nazario Sauro Onofri, Ebrei e fascismo a Bologna, Crespellano, Grafica Lavino, 1989


Lucio Pardo, Carolina Delburgo, Barbarie sotto le due torri. Leggi razziali e Shoah a Bologna, 2. ed., Bologna, Centro stampa regionale, 2018


Pietre d'inciampo, a cura del Comune di Bologna, Bologna, s.e., 2020


Adachiara Zevi, Monumenti per difetto. Dalle Fosse Ardeatine alle pietre d'inciampo, Roma, Donzelli, 2014



Iperbole - Le prime pietre d'inciampo a Bologna


Contenuto inserito il 12 gen 2020
vedi tutto l’anno 2020