Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

6 maggio 1979

Alla Virtus Sinudyne lo scudetto del basket

La Virtus Sinudyne vince il campionato italiano di basket, battendo in finale la Billy Milano di Dan Peterson. Alla guida delle Vu nere c'è ora l'americano Terry Driscoll (1947-), che nel campionato 1975-76 è stato nelle sue fila come giocatore.

Oltre a Owen Wells, ala-guardia forte in difesa, la squadra bolognese schiera uno dei più grandi giocatori stranieri che abbiano mai militato in Italia, l'ala-pivot croato di 2,11 metri Kresimir "Creso" Cosic (1948-1995), in grado di giocare in ogni zona del campo e capace come pochi al mondo di passare la palla.

Il fisico piuttosto gracile ne limiterà la carriera come giocatore. Si orienterà quindi alla direzione tecnica e diventerà a sua volta allenatore della Virtus.

Le caratteristiche dei due americani consentono alla Virtus di giocare con una zona 2/3 di grande duttilità e potenza fisica, con Wells e Caglieris davanti e Generali, Cosic e Villalta dietro.

Bibliografia
  • "Bologna Incontri", 1982, fasc. 1-3
  • Gianfranco Civolani, Giganti e nani. Dello sport e non solo, Argelato (BO), Minerva, 2015, pp. 90-91
  • Gianfranco Civolani, Kresimir Cosic. La betulla, in: Gianfranco Civolani, Alberto Bortolotti, I cavalieri della V nera. I 125 anni della SEF Virtus attraverso i suoi campioni, Bologna, Nuova Tempi Stretti, 1996, pp. 13-16
  • Alessandro Gallo, 75 anni di successi e 16 tricolori che brillano, in: "Il Resto del Carlino. QS", 12 giugno 2021, p. 7
  • Tullio Lauro, Virtus. Cinquant'anni di basket, Milano, Forte, 1984, pp. 74-79
  • Il mito della V nera 2, 1971-1994, a cura di Anonimo bolognese, Bologna, Renografica, 1994, p. 82, 79-80 (K. Cosic), 84-85 (T. Driscoll)
  • Renato Villalta, Il basket. Uno sport che può insegnare, Bologna, Zanichelli, 1986, pp. 20-23
  • Virtus 80, a cura di Alberto Bortolotti, Bologna, Magellanica Consulting, 2009, p. 163 (foto)

contenuto inserito il 17 giu 2021