Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

26 settembre 1945

Ordinanza per il rientro degli sfollati ai loro paesi d'origine

Un'ordinanza del Prefetto di Bologna concede quindici giorni di tempo per il ritorno alle loro case alle circa 150.000 persone sfollate in città dalla zona del fronte negli ultimi mesi della guerra.

Sono ammesse deroghe solo per coloro che provengono da paesi gravemente colpiti. Secondo un'indagine dell'Ente Comunale d'Assistenza (ECA), almeno 5.000 persone non possono rientrare - la maggior parte provengono dall'Appennino bolognese, teatro per oltre un anno delle operazioni militari della Linea Gotica - a causa della distruzione delle loro abitazioni.

Agli inizi del 1946 in città risiederanno ancora circa 20.000 profughi e 40.000 sinistrati.

Sfollati ospitati a Bologna in ricoveri di fortuna - Fonte: Museo della Resistenza - Istituto Parri (BO)
Sfollati ospitati a Bologna in ricoveri di fortuna - Fonte: Museo della Resistenza - Istituto Parri (BO)
Sfollati ospitati a Bologna in una scuola - Fonte: Museo della Resistenza - Istituto Parri (BO)
Sfollati ospitati a Bologna in una scuola - Fonte: Museo della Resistenza - Istituto Parri (BO)
Approfondimenti
  • Giulio e George. Sindaci e Governatori della Liberazione in Provincia di Bologna (1944-1945), a cura di Vito Paticchia, prefazione di Tiziano Bonazzi, Bologna, Il Nove, 1995
  • Giuseppe Dozza e l'amministrazione comunale della liberazione, Bologna, Comune di Bologna, 1971, p. 59, 80
  • Werther Romani, Mauro Maggiorani, Guerra e Resistenza a San Lazzaro di Savena, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2000, p. 211


Contenuto inserito il 8 giu 2021
vedi tutto l’anno 1945