Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

8 settembre 1945

Attivate pattuglie cittadine per la tutela dell'ordine pubblico

Con decreto dell'8 settembre il prefetto Borghese autorizza la ricomposizione del Benemerito Corpo delle Pattuglie Cittadine a tutela dell'ordine pubblico.

Questo gruppo di volontari armati, costituito per contrastare la criminalità dilagante ed esistente fin dal lontano 1820, era stato sciolto nel 1935 “senza alcun giustificato motivo” dalle autorità fasciste.

Al comando di Gaetano Rabitti vengono formate 126 pattuglie di 8 uomini per la città e alcuni distaccamenti per i paesi limitrofi. In seguito il numero degli effettivi verrà ridotto a 600 unità, con un maggiore controllo dei requisiti necessari all'iscrizione.

Il Comando delle Pattuglie sarà autorizzato dalla Polizia Polacca a segnalare i casi di cattivo comportamento dei soldati in libera uscita.

Centinaia di persone saranno fermate durante il servizio notturno, perché “sospette e prive di documenti di identità” o per porto d'arma abusivo. Verranno sventati furti, arrestati malviventi, sequestrata numerosa merce rubata.

Negli anni seguenti il Corpo svolgerà servizi di ordine pubblico in occasione di elezioni politiche e di manifestazioni sportive come la Mille Miglia e servizi di vigilanza durante le feste natalizie o al Campo Solare dei Giardini Margherita.

Approfondimenti

Ettore Stanzani, Corpo delle pattuglie cittadine, 1820-1961, Rocca San Casciano, Cappelli, 1962, pp. 43-54


Contenuto inserito il 23 nov 2020
vedi tutto l’anno 1945