Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

6 aprile 1924

Elezioni politiche in un clima di violenza

Il 6 aprile si tengono in Italia le elezioni politiche. Il fascismo vuole legittimare appieno il suo potere e Mussolini sceglie di accogliere nella sua Lista Nazionale (chiamata anche "il listone") personalità di prestigio dello schieramento conservatore e liberale.

In precedenza è stata approvata la cosiddetta legge Acerbo - definita da Filippo Turati “la legge di tutte le paure e di tutte le viltà” - che in nome della governabilità assegna i 2/3 dei seggi alla lista più votata sul piano nazionale.

La campagna elettorale si è aperta in gennaio a Roma con la prima grande adunata fascista davanti a Palazzo Venezia. E' proseguita in tutto il paese in un clima di intimidazione e di violenza. Soprattutto nei piccoli centri, squadre di camicie nere hanno impedito i comizi e le affissioni dei partiti d'opposizione.

Il giorno delle elezioni i seggi sono presieduti da picchetti di fascisti armati. In Emilia, come altrove, molti cittadini che si recano al voto vengono minacciati e aggrediti.

A Imola è ucciso l'elettore comunista Luigi Cervellati. A Molinella il bracciante Angelo Gaiani, che ha dichiarato pubblicamente di aver votato socialista, è bastonato a morte all'uscita dal seggio.

Nella provincia il PNF ottiene 111.112 voti, il PSI 11.993, i socialisti riformisti 7.943, il PPI 6.504. I comunisti contano poco più di 4.000 voti.

I brogli e le intimidazioni fasciste durante le elezioni saranno denunciati il 30 maggio in Parlamento dal deputato socialista Giacomo Matteotti (1885-1924), che pochi giorni dopo verrà rapito e assassinato.

Approfondimenti

Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese, 1919-1945, Bologna, Comune – ISREBO, vol. I, Nazario Sauro Onofri, Bologna dall'antifascismo alla Resistenza, 2005, pp. 357-358


Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, p. 148


Giorgio Festi, Storia di un birocciaio di Molinella, 1897-1926, Bologna, Pendragon, 2001, p. 258


Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 44



Elezioni politiche italiane del 1924 - Wikipedia


Eventi, protagonisti, luoghi della storia del movimento operaio. Cronologia: il lavoro e i lavoratori giorno dopo giorno - 1924


Storie dimenticate - Vittime antifasciste nel bolognese 1920-1943


Storia e memoria di Bologna - Molinella (BO)


 

Contenuto inserito il 28 gen 2021
vedi tutto l’anno 1924