Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

10 maggio 1924

Alfonsina Strada. Una donna al Giro d’Italia

Al Giro d’Italia di ciclismo, che si svolge dal 10 maggio al 1° giugno (vittoria di Giuseppe Enrici), partecipa per la prima e unica volta anche una donna, Alfonsina Strada (1891-1959), residente a Castenaso.

La sua iscrizione è tenuta per vari giorni sotto silenzio, con evidente imbarazzo: la "Gazzetta dello Sport" ne parla solo dopo la tappa Genova-Firenze, quando la "bella ragazza in bicicletta" è stata scoperta dal pubblico, che l'ha subito adottata.

La partecipazione di Alfonsina alla corsa rosa è dignitosa, fino alla tappa di Perugia, in cui cade diverse volte e arriva fuori tempo massimo. Il direttore del Giro le consente però di continuare a gareggiare "fuori classe" e i tifosi fanno una colletta perchè possa arrivare al traguardo di Milano.

Il giornalista Zambaldi, in un articolo in prima pagina sulla "Gazzetta dello Sport", darà voce al disappunto di molti "puristi": "Tira più un capello di donna che cento pedalate di Brunero e Girardengo".

L’anno seguente l'iscrizione di Alfonsina non verrà accettata. L' "amazzone" del ciclismo italiano saprà comunque sfruttare la popolarità ottenuta, esibendosi anche in teatri e circhi. Nel 1937 all'ippodromo Longchamps stabilirà il record dell'ora femminile, percorrendo 32,280 chilometri.

Ritratto di Alfonsina Strada
Ritratto di Alfonsina Strada
Arrivo all'ippodromo Zappoli della tappa del Giro d'Italia di ciclismo con la presenza di Alfonsina Strada - Pubbl. per gentile concessione Zappoli Thyrion
Arrivo all'ippodromo Zappoli della tappa del Giro d'Italia di ciclismo con la presenza di Alfonsina Strada - Pubbl. per gentile concessione Zappoli Thyrion
Alfonsina Strada - Fonte: Mostra "Dinamo rosa" - Cervia - 2020
Alfonsina Strada - Fonte: Mostra "Dinamo rosa" - Cervia - 2020
Approfondimenti
  • Agli albori del ciclismo bolognese. Agonismo, turismo e quotidianità tra '800 e '900, a cura di Silvia Battistini, Alessandro Fanti, Giuliana Bertagnoni, Bologna, Bononia University Press, 2013, p. 90
  • Alessandra Antinori, Alfonsina Strada (1891-1959), in: Italiane, a cura di Eugenia Roccella e Lucetta Scaraffia, Roma, Dipartimento per l'informazione e l'editoria, 2004, v. 2., pp. 179-181
  • Serena Bersani, 101 donne che hanno fatto grande Bologna, Roma, Newton Compton, 2012, pp. 216-217
  • Paolo Colombo, Gioachino Lanotte, La corsa del secolo. Cent'anni di storia italiana attraverso il Giro, Milano, Oscar Mondadori, 2009, pp. 59-61
  • Paolo Facchinetti, Gli anni ruggenti di Alfonsina Strada, Portogruaro, Ediciclo, 2004
  • Gianni Marchesini, Alberto Bortolotti, L'Emilia-Romagna e il Giro, che storia!, edizione 2019, Il via da Bologna regione grande protagonista, San Lazzaro di Savena, Marchesini, 2019, pp. 28-29, 93
  • Marco Poli, Bologna com'era, Argelato, Minerva, 2020, p. 62 (foto)
  • Romano Stagni, Tutto il ciclismo di Bologna dall'epoca dei pionieri ad oggi, Bologna, Costa, 2014, p. 19

Contenuto inserito il 11 mar 2021
vedi tutto l’anno 1924