Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

28 aprile 1917

Si insedia l'Ente Autonomo dei Consumi

Con la nomina a direttore di Romeo Galli, si insedia ufficialmente l'Ente Autonomo dei Consumi, fortemente voluto dal sindaco Zanardi. L'Ente possiede il forno pubblico, che produce 130 quintali di pane al giorno per i propri negozi, per altre cooperative di consumo, per gli ospedali e altri enti di assistenza. Meno soddisfacenti sono le vendite della pasta e del vino prodotto dalla cantina interna.

Nel 1917 aprono nove nuovi spacci, richiesti in modo pressante dai cittadini. La contingenza della guerra crea notevoli problemi organizzativi: locali a volte poco idonei, scarsa preparazione degli addetti, carenze nei rifornimenti.

La fine del conflitto porterà ostacoli: enormi rincari nelle merci, disservizi ferroviari, crisi delle aziende. Il personale, in particolare quello femminile, sarà costretto a lavorare "con incredibile intensità".

Nel corso del 1918 l'Ente aprirà altri tre negozi, portando il totale a 19, più cinque spacci di frattaglie e uno di legna e carbone. I negozi diventeranno 28 nel 1919. Il loro successo è dovuto ai prezzi contenuti, alla qualità dei prodotti e alla rete presente ormai in tutto il territorio comunale.

Nel giugno 1919, in un periodo di grave fermento popolare per l'aumentato costo della vita, il Municipio assegnerà all'Ente Autonomo dei Consumi la palestra di Santa Lucia, già tempio della ginnastica bolognese e casa della Virtus, che sarà adibita a spaccio comunale di merci.

Approfondimenti
  • Giuseppe Brini, Artigiani a Bologna. Cenni di storia e attualità, Bologna, Tamari, 1978, p. 143
  • Comuni e province nella storia dell'Emilia-Romagna. Cento anni di politica di sinistra, a cura di Luigi Arbizzani e Aldo D'Alfonso, Roma, Editori riuniti, 1970, pp. 90-91
  • Carlo De Maria, Le politiche municipali: lo status quaestionis, in: Grande guerra e fronte interno. La svolta del 1917 in Emilia-Romagna, a cura di Carlo De Maria, Bologna, Pendragon, 2018, p. 46
  • Il mito della V nera, a cura di Achille Baratti, Renato Lemmi Gigli, Bologna, Poligrafici L. Parma, 1972, pp. 214-215
  • Pane e alfabeto. Francesco Zanardi sindaco socialista di Bologna (1914-1919), a cura di Marco Poli, Bologna, Costa, 2014, pp. 72-78, 85-90

Contenuto inserito il 2 feb 2020 — Ultimo aggiornamento il 23 mag 2022
vedi tutto l’anno 1917