Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

2 gennaio 1917

Sezioni di pubblica lettura nella periferia

Il bibliotecario Albano Sorbelli e l'Amministrazione comunale promuovono l'apertura di alcune sezioni di lettura nelle zone periferiche della città. La prima biblioteca è inaugurata il 2 gennaio 1917 in località Crocetta, fuori porta S.Isaia.

Altre tre sezioni si aggiungono tra il settembre 1917 e il giugno 1918: sorgono alla Zucca, fuori porta S. Vitale e a Roveretolo.

Assieme alla Popolare di Santa Lucia, fondata nel 1909, i centri di lettura periferici formano il nucleo di una rete urbana di biblioteche pubbliche. Si tratta comunque di piccole strutture, aperte solo alcune ore serali - in genere dalle 20 alle 22 - e alla domenica mattina.

Biblioteca comunale popolare fuori porta Lame (fonte: Bologna. Documenti del Comune, ottobre 1974)
Biblioteca comunale popolare fuori porta Lame (fonte: Bologna. Documenti del Comune, ottobre 1974)
Biblioteca comunale popolare fuori porta S. Isaia (fonte: Bologna. Documenti del Comune, ottobre 1974)
Biblioteca comunale popolare fuori porta S. Isaia (fonte: Bologna. Documenti del Comune, ottobre 1974)
Approfondimenti
  • Alarico Cionci, Valerio Montanari, Per una storia delle biblioteche a Bologna, in "Il Carrobbio", 12 (1986), pp. 110-122
  • 1914-1919: Francesco Zanardi sindaco di Bologna, Bologna, a cura della Direzione dei servizi di informazione e relazioni pubbliche del Comune, 1974, (foto) p. 233
  • Valerio Montanari, La pubblica lettura a Bologna: dalla libreria Zambeccari alle biblioteche di quartiere, in "Il Carrobbio", 7 (1981), p. 312
  • Pane e alfabeto. Francesco Zanardi sindaco socialista di Bologna (1914-1919), a cura di Marco Poli, Bologna, Costa, 2014, pp. 112-113

Contenuto inserito il 9 gen 2019
vedi tutto l’anno 1917