Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

3 giugno 1900

Elezioni politiche

Dopo la dura battaglia parlamentare sulle leggi eccezionali volute dal capo del governo Luigi Pelloux (1839-1924), il 18 maggio la Camera dei Deputati viene sciolta .

Alle elezioni politiche, che si tengono dal 3 al 10 giugno, presentate dal generale come un pronunciamento “pro o contro le istituzioni”, la sinistra democratica ottiene 95 seggi. 32 sono gli eletti del Partito Socialista.

Degli otto collegi di Bologna, due sono conquistati dai socialisti e altri due dall'opposizione costituzionale. Nel collegio di Budrio viene nuovamente eletto Andrea Costa, che opta per il collegio di Imola, lasciando il posto a Leonida Bissolati, personaggio di rilievo del Partito socialista ed ex direttore dell' "Avanti!".

Approfondimenti

Luigi Arbizzani, Sguardi sull'ultimo secolo. Bologna e la sua provincia, 1859-1961, Bologna, Galileo, 1961, pp. 92-93


Giuseppe Brini, Artigiani a Bologna. Cenni di storia e attualità, Bologna, Tamari, 1978, p. 120


Dalla guerra al boom. Territorio, economia, società e politica nei comuni della pianura orientale bolognese, vol. 2: Mirco Dondi, Tito Menzani, Le campagne. Conflitti, strutture agrarie, associazioni, San Giovanni in Persiceto, Aspasia, 2005, p. 42



Elezioni politiche italiane del 1900 - Wikipedia


Contenuto inserito il 5 dic 2020
vedi tutto l’anno 1900