Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

3 gennaio 1875

Gaetano Tacconi sindaco

Alle elezioni amministrative riacquista il potere lo schieramento moderato. Viene eletto Gaetano Tacconi (1829-1916), primo sindaco borghese della città, sostenuto anche dai liberali progressisti.

Esponente di punta della massoneria bolognese, Tacconi ha preso parte nel 1848, ancora giovanissimo, alla difesa di Venezia con la Legione bolognese, poi ha collaborato con il governo Farini e ha organizzato l'insurrezione delle Marche.

Nel 1874 è stato eletto deputato per il partito democratico. Dal 20 marzo 1874 è assessore anziano con funzioni di sindaco ed entra effettivamente in carica il 3 gennaio 1875.

Governerà per quindici anni, fino al 26 ottobre 1889 e siederà poi in Consiglio comunale fino al 1914. La sua filosofia è che le amministrazioni pubbliche "hanno solo il compito di regolare e secondare le manifestazioni dell'attività privata".

Il mandato di Tacconi sarà caratterizzato da buona amministrazione, con il riassetto delle finanze comunali, e da alcune notevoli realizzazioni, tra le quali l'apertura di via Indipendenza, del Museo Civico e dei Giardini Margherita e l'approvazione, nel 1889, del primo piano regolatore in Italia.

Approfondimenti
  • Agostino Bignardi, Dizionario biografico dei liberali bolognesi, 1860-1914, Bologna, Bandiera, 1956, pp. 48-50
  • Bologna massonica. Le radici, il consolidamento, la trasformazione, a cura di Giovanni Greco, Bologna, CLUEB, 2007, pp. 208-209
  • Il Consiglio provinciale. La storia attraverso le strade, Bologna, a cura della Presidenza Consiglio della Provincia, 2011, p. 113
  • Tiziano Costa, Grande libro dei personaggi di Bologna. 420 storie, Bologna, Costa, 2019, p. 174
  • Franco Cristofori, Bologna come rideva. I giornali umoristici dal 1859 al 1924, Bologna, Cappelli, 1973, pp. 130-131
  • Mirella D'Ascenzo, La scuola elementare nell'età liberale. Il caso Bologna, 1859-1911, Bologna, Clueb, 1997, p. 131
  • Pier Paolo D'Attorre, La politica, in Renato Zangheri, Bologna, Roma, ecc., Laterza, 1986, p. 72
  • Nazario Sauro Onofri, Il dibattito sui servizi pubblici al consiglio comunale di Bologna negli ultimi decenni del secolo scorso, in: La municipalizzazione nell'area padana. Storia ed esperienze a confronto, a cura di A. Berselli, F. Della Peruta, A. Varni, Milano, F. Angeli, 1988, p. 504, 510
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 161
  • Marco Veglia, Dal mito alla storia. L'Università di Bologna dal 1860 al 1911, in E finalmente potremo dirci italiani. Bologna e le estinte Legazioni tra cultura e politica nazionale 1859-1911, a cura di Claudia Collina, Fiorenza Tarozzi, Bologna, Editrice Compositori - Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2011, p. 167

vedi tutto l’anno 1875