Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

2 aprile 1860

La Società di Mutuo Soccorso dei Macellai

Era usanza dei macellai bolognesi raccogliere fondi durante l'anno per organizzare qualche banchetto a carnevale.

Nel 1859 il macellaio Giovanni Garuffi, custode del denaro accumulato, d'accordo con altri colleghi propone "coraggiosamente" di destinarlo a fondo di una società di mutuo soccorso.

Il 2 aprile 1860 viene votato lo statuto della nuova società. Essa è costituita

"allo scopo lodevolissimo di infondere anche nella classe dei Macellai lo spirito di riunione e di fratellevole concordia, tanto desiderabile in ogni condizione sociale, d'onde emana una ben ragionata e provvida beneficenza pel sofferente od al mancante di sostentamento".

Si propone quindi di fornire una “ben ragionata e provvida beneficienza” agli iscritti “affetti da malattia o assolutamente impotenti al lavoro”, attraverso la formazione di un “cumulo pecuniario”.

Possono far parte della società i macellai, che "esercitino il loro mestiere onestamente". I soci sono tenuti a versare ogni sabato una quota di 50 centesimi. La mutua copre tutte le malattie, tranne quelle veneree e quelle causate da "stravizio di bevande".

Approfondimenti
  • Mario Fanti, I macellai bolognesi. Mestiere, politica e vita civile nella storia di una categoria attraverso i secoli, Bologna, Sindacato esercenti macellerie, 1980, pp. 227-231
  • Aristide Ravà, Storia delle associazioni di mutuo soccorso e cooperative nelle provincie dell'Emilia, Bologna, Nicola Zanichelli, 1873, pp. 47-48
  • Statuto della Società di mutuo soccorso dei macellai, Bologna, Vitali, 1874
  • Rossano Zezzos, Storia dei macellari bolognesi, Roma, La stampa zootecnica, 1938 
vedi tutto l’anno 1860