Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

1868

Progetto dell'ing. Zannoni per la riattivazione dell'acquedotto di Augusto

Antonio Zannoni (1833-1910), giovane ingegnere faentino operante presso l'Ufficio Tecnico del Comune, dopo una serie di avventurosi sopralluoghi effettuati tra il 1862 e il 1864, ricostruisce il tracciato completo dell'acquedotto di epoca romana.

Nel 1868 presenta al sindaco il suo progetto di riattivazione, comprendente, oltre al lungo cunicolo sotto le colline (circa 18 km), una nuova opera di presa sul fiume Setta e un impianto di raccolta delle acque in prossimità di Viale Aldini.

Uno studio sul cunicolo romano era già stato pubblicato nel 1864 da Giovanni Gozzadini, che a sua volta riprendeva e integrava le scoperte effettuate un secolo prima da Marcantonio Chiarini.

I lavori di ripristino dell'acquedotto di Augusto saranno deliberati dal Consiglio comunale nel 1871 e cominceranno effettivamente nel 1876.

Entro il 1881 saranno ricostruiti oltre 8.000 metri di cunicolo, rovinato nel tempo dai torrenti del Reno.

Busto di Antonio Zannoni al Museo archeologico (BO) - P. Rizzoli
Busto di Antonio Zannoni al Museo archeologico (BO) - P. Rizzoli
Lapide dedicatoria ad Antonio Zannoni nel Museo archeologico (BO)
Lapide dedicatoria ad Antonio Zannoni nel Museo archeologico (BO)
Bibliografia
  • Acquedotto 2000. Bologna, l'acqua del Duemila ha duemila anni, Casalecchio di Reno, Grafis, 1985, pp. 144-148, 187
  • Aurelio Alaimo, Prima delle municipalizzazioni: gas e acqua a Bologna nella seconda metà dell'Ottocento (1846-1875), in: La municipalizzazione nell'area padana. Storia ed esperienze a confronto, a cura di A. Berselli, F. Della Peruta, A. Varni, Milano, F. Angeli, 1988, pp. 278-279 (data del progetto cit.: 1867)
  • Aurelio Alaimo, L'organizzazione della città. Amministrazione comunale e politica urbana a Bologna dopo l'unità (1859-1889), Bologna, Il mulino, 1990, p. 159-161
  • Bologna d'acqua. L'energia idraulica nella storia della città, a cura di G. Pesci, C. Ugolini, G. Venturi, Bologna, Compositori, 1994, p. 112
  • La Certosa di Bologna. Un libro aperto sulla storia, Bologna, Museo civico del Risorgimento, 23 maggio - 5 luglio 2009, a cura di Roberto Martorelli, Bologna, Tipografia moderna, 2009, pp. 22-23
  • Renato Drusiani, Acqua potabile per Bologna, in Le acque a Bologna, antologia a cura di Marco Poli, Bologna, Compositori, 2005, pp. 237-238
  • Francisco Giordano, La riattivazione dell'acquedotto romano, in: Antonio Zannoni nel 150. dell'Unità d'Italia, a cura di Paola Furlan, Bologna, Edizioni Archivio storico Comune di Bologna, 2013, p. 34
  • Fiamma Lenzi, Archeologia e amor di patria: protagonisti, fatti e politica prima e dopo l'unificazione del paese, in: ... E finalmente potremo dirci italiani. Bologna e le estinte Legazioni tra cultura e politica nazionale 1859-1911, a cura di Claudia Collina, Fiorenza Tarozzi, Bologna, Editrice Compositori - Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2011, p. 301
  • Giancarlo Leoni, Idrografia e bonifica del bacino del Reno. Notizie storiche, Bologna, Grafiche A&B, 1994, p. 103
  • Giancarlo Marconi e Donatella Mongardi, C'era una volta il mare... Natura e storia tra il "Sasso" e il Monte delle Formiche, Bologna, A&B, 2005, pp. 163-165
  • Antonio Zannoni, Progetto di riattivazione dell'antico acquedotto bolognese esposto al n. u. signor marchese commendatore Gioachino Napoleone Pepoli senatore del Regno e sindaco della città di Bologna, Bologna, Regia Tipografia, 1868
contenuto inserito il 20 lug 2021 — ultimo aggiornamento il 17 gen 2022