Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

29 ottobre 1867

Il giornale "L'Indipendente" di Bologna

Inizia le pubblicazioni il giornale L'Indipendente di Bologna, fondato e diretto dall'avvocato liberale Ferdinando Berti (1845-1893). Diventerà l'organo del partito degli Azzurri e come tale sosterrà “idee lontane da ogni esagerazione del conservantismo come del radicalismo”.

I liberali di destra lo giudicheranno un giornale “ibrido”, che vantando fede monarchica, farà gli affari della repubblica (Bottrigari).

Condurrà una vivace campagna contro il governo di Luigi Federico Menabrea (1809-1896), oppositore delle iniziative politico-militari del generale Garibaldi. Nel 1868, in occasione dei tumulti per il macinato, il giornale sarà chiuso e il reggente arrestato.

Berti sarà uno dei fondatori dell'Associazione progressista e tra i primi promotori delle società di mutuo soccorso. Sarà presidente della Società Operaia, alla quale darà forte impulso, costituendo anche una sezione femminile, che offrirà alle donne le macchine da cucire a rate.

Tra i collaboratori dell' "Indipendente", che uscirà fino al 1870, vi sarà tra gli altri lo scrittore ed esponente politico liberale Enrico Panzacchi.

Approfondimenti

Antologia del giornalismo bolognese (1700-1900), a cura di Francesco Nicita, Rastignano, Editografica, 2018, p. 35


Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., p. 494; vol. 4., p. 142, 145


Dizionario dei bolognesi, a cura di Giancarlo Bernabei, Bologna, Santarini, 1989-1990, v. 1., p. 113



vedi tutto l’anno 1867