Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

23 ottobre 1867

Due bolognesi a Villa Glori con i fratelli Cairoli

Il 22 ottobre è prevista l'insurrezione per la liberazione di Roma. Nel centro della città e a Piazza del Popolo vi sono zuffe. La Caserma Serristori viene minata e nell'esplosione muoiono 40 zuavi e alcuni civili. Intanto alcune decine di giovani partiti da Terni scendono il Tevere su barche cariche di fucili. Tra essi i fratelli Enrico e Giovanni Cairoli.

Gli insorti sbarcano all'Acqua Acetosa e attendono invano per tutta la notte notizie dalla città. Al mattino si ritirano a Villa Glori sui monti Parioli. Qui verso le cinque della sera vengono assaliti da una grossa compagnia di carabinieri svizzeri, comandati dal capitano Mayer.

Dopo essersi difesi tra le vigne per alcune ore, i due Cairoli si lanciano contro di essi. Entrambe cadono feriti: Enrico muore quasi subito trafitto da una baionetta, Giovanni viene fatto prigioniero ed è trascinato nelle carceri di San Michele a Roma.

Alla spedizione dei fratelli Cairoli partecipano due bolognesi: Raffaele Rossi, impiegato dello Stato Civile e Arturo Gozzoli, contabile dell'antica Drogheria Corazza. Giosue Carducci dedicherà la poesia In morte di Giovanni Cairoli al più giovane dei due eroici fratelli.

Approfondimenti

Strade vecchie, nomi nuovi della città di Bologna, Sala Bolognese, A. Forni, 1990, pp. 105-107


Marco Veglia, La vita vera. Carducci a Bologna, Bologna, Bononia University press, 2007, p. 118



vedi tutto l’anno 1867