Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

6 maggio 1866

L'Unione Liberale

L'Unione Liberale bolognese, presieduta da Rinaldo Sanguinetti, tiene la sua prima riunione ufficiale. E' in parte filiazione politica della Loggia massonica "Galvani".

Ha tra i maggiori esponenti Augusto Aglebert, Cesare Albicini, Ferdinando Berti, e Giuseppe Ceneri.

Pur muovendosi in ambito liberale, l'associazione vuole darsi a una impronta democratica e promuovere l'applicazione delle libertà civili e politiche.

Il programma, presentato il 6 maggio, prevede una maggiore libertà economica e amministrativa, una tassazione più equa, l'abolizione delle corporazioni religiose e della manomorta, la propagazione delle istituzioni cooperative tra gli operai.

Le elezioni del 1867 faranno esplodere profonde divergenze politiche tra moderati e radicali, monarchici e repubblicani. La controversa candidatura di Marco Minghetti provocherà la fine dell'Unione e la crisi della massoneria bolognese.

Bibliografia
  • Bologna massonica. Le radici, il consolidamento, la trasformazione, a cura di Giovanni Greco, Bologna, CLUEB, 2007, p. 151
  • Il Consiglio provinciale. La storia attraverso le strade, Bologna, a cura della Presidenza Consiglio della Provincia, 2011, p. 50 sgg.
  • Carlo Manelli, La Massoneria a Bologna dal XII al XX secolo, Bologna, Analisi, 1986, p. 100
  • Mario Maragi, Storia della Società Operaia di Bologna, Imola, Cooperativa P. Galeati, 1970, p. 103

contenuto inserito il 13 ott 2019