Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

9 giugno 1863

Il Pio privato Asilo Primodì

Inizia ad operare il Pio privato Asilo Primodì per orfanelli adulti. L'istituto, sorto dal lascito testamentario di Clemente Primodì Negrini (1806-1861), è inaugurato dal sindaco Carlo Pepoli.

Inizialmente ospita dodici orfani bolognesi tra i sette e i nove anni, mantenuti fino all'età di sedici anni con l'intenzione di farne artigiani e operai esperti.

Dal 1863 al 1960 l'asilo avrà sede in via Fondazza n. 66, per trasferirsi poi in via Ortolani e, dal 1991, in via del Pratello n. 55.

Sarà amministrato da due cittadini nominati a vita dal Municipio. Nel 1867 riceverà l'eredità del prof. Cesare Rossi.

Durante la prima guerra mondiale ospiterà la Casa Famiglia per i soldati dalle terre lontane, promossa dalla contessa Lina Bianconcini Cavazza.

Approfondimenti
  • Aemilia ars, 1898-1903: Arts & Crafts a Bologna, Bologna, Collezioni comunali d'arte, 9 marzo-6 maggio 2001, a cura di Carla Bernardini, Doretta Davanzo Poli, Orsola Ghetti Baldi, Milano, A+G, 2001, p. 129
  • Augusto Aglebert, La riforma delle Opere Pie di Bologna e il loro passato, presente ed avvenire. Descrizione e proposte, Bologna, Regia Tipografia, 1874, pp. 50-51
  • La città della carità. Guida alle istituzioni assistenziali di Bologna dal XII al XX secolo, a cura di M. Carboni, M. Fornasari, M. Poli, Bologna, Costa, 1999, p. 68
  • Andrea Farnè, Le opere pie a Bologna. Ruolo e storia della Compagnia de' Poveri Vergognosi, Bologna, Le coq, 1989, p. 65
  • Nel nome di Bologna. Consulta tra antiche istituzioni bolognesi, a cura di Guglielmo Franchi Scarselli, Bologna, L'inchiostroblu, 2007, p. 82 sgg.
  • Gaetano Palmieri, Notizie sulle Opere Pie della Provincia di Bologna, pubblicate per cura della Deputazione provinciale, Bologna, Regia tipografia, 1871, pp. XXIV-XXV
  • Marco Poli, Accadde a Bologna. La città nelle sue date, Bologna, Costa, 2005, p. 211
  • Marco Poli, Per i fanciulli miseri e orfani, Bologna, Costa, 2007
  • Renato Eugenio Righi, Una benemerita istituzione che si evolve. L'Istituto Clemente Primodì, in: "Strenna storica bolognese", 1958, pp. 193-200
  • Renato Eugenio Righi, La trasformazione delle istituzioni di beneficenza alla caduta del governo temporale della Chiesa a Bologna, in: Il 1859-'60 a Bologna, Bologna, Calderini, 1961, pp. 414-416

  • Le strade di Bologna. Una guida alfabetica alla storia, ai segreti, all'arte, al folclore (ecc.), a cura di Fabio e Filippo Raffaelli e Athos Vianelli, Roma, Newton periodici, 1988-1989, vol. 3., p. 688
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 152

vedi tutto l’anno 1863