Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

4 febbraio 1860

Il Ricovero di Mendicità

Una società di benefattori istituisce il Ricovero di Mendicità, che sarà intitolato a Vittorio Emanuele II. La struttura, nata con lo scopo di “curare la piaga sociale dell’oziosità questuante”, dando asilo agli “accattoni” bolognesi, assumerà negli anni il carattere di un'opera pia assistenziale per anziani malati cronici e non autosufficienti.

Arriverà ad accogliere fino a 600 degenti, divisi in due sezioni: sani e malati. Avrà come primo presidente il marchese Luigi Pizzardi e si avvarrà del sostegno di numerose istitizioni cittadine, quali il Comune e la Cassa di Risparmio.

Con il Decreto del 28 agosto 1864, che abolirà la Congregazione di Carità, al Ricovero verrà data la gestione dell'antica Opera dei Mendicanti (1560) e dell'Ospizio dei vecchi settuagenari di San Giuseppe (1642), amministrato dal 1815 al 1859 dall'Arcivescovo.

Nel 1972 in via Albertoni, sul luogo dell'antico ricovero di San Gregorio dei Mendicanti, sarà inaugurato un moderno ospedale, il Malpighi, con due padiglioni dotati di oltre 1.000 posti letto.

Il portico del Ricovero di Mendicità in via Albertoni
Il portico del Ricovero di Mendicità in via Albertoni
Il portico del Ricovero di Mendicità in via Albertoni (BO)
Il portico del Ricovero di Mendicità in via Albertoni (BO)
Bibliografia
  • Giorgio Azzolini, Origini e sviluppi degli istituti di assistenza per invalidi e vecchi nella città di Bologna, in Sette secoli di vita ospitaliera in Bologna, Bologna, L. Cappelli, 1960, pp. 393-394
  • Gabriele Bonazzi, Bologna nella storia, Bologna, Pendragon, 2011, vol. II, Dall'Unità d'Italia agli anni Duemila, p. 31
    Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, vol. 3., pp. 16, 208-209, 212
  • Tommaso de' Buoi, Diario delle cose principali accadute nella città di Bologna dall'anno 1796 fino all'anno 1821, a cura di Silvia Benati, Mirtide Gavelli e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Bononia University Press, 2005, pp. 490-491, nota 12
  • La città della carità. Guida alle istituzioni assistenziali di Bologna dal XII al XX secolo, a cura di M. Carboni, M. Fornasari, M. Poli, Bologna, Costa, 1999, p. 91
  • Andrea Farnè, Le opere pie a Bologna. Ruolo e storia della Compagnia de' Poveri Vergognosi, Bologna, Le coq, 1989, pp. 58-59, 70, 99
  • Garibaldini e partigiani. Almanacco bolognese 1960, a cura di Luigi Arbizzani, Bologna, Galileo, 1960, p. 90
  • Nel nome di Bologna. Consulta tra antiche istituzioni bolognesi, a cura di Guglielmo Franchi Scarselli, Bologna, L'inchiostroblu, 2007, pp. 43-44
  • Storia della sanità moderna a Bologna. Dalle Congregazioni di carità alle Aziende USL, Bologna, Provincia di Bologna. Assessorato alla Sanità, 2010, p. 94

evento inserito il 20 mag 2019