Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

2 settembre 1858

Il Teatro Contavalli riapre con "Crispino e la comare"

Il 2 settembre riapre dopo un accurato restauro il Teatro Contavalli, di proprietà della società di San Vincenzo. Vanno in scena Crispino e la comare di Federico e Luigi Ricci e, a seguire, l'Elisir d'amore di Gaetano Donizetti.

Assieme all'opera I due Foscari di Giuseppe Verdi, proposta l'anno seguente, sono gli ultimi successi del Contavalli, la cui attività è stata caratterizzata, nella prima metà dell'800, da cartelloni di livello, soprattutto per la costante presenza dei lavori di Gioachino Rossini.

Dopo l'Unità d'Italia la discesa dai piani alti dell'opera in musica diverrà inarrestabile. Prevarranno gli spettacoli di prosa proposti a scopo benefico da dilettanti e le recite in vernacolo delle compagnie di Angelo Gandolfi (1886-1942), Fanfulla Fabbri (188-1928) e Alfredo Testoni (1856-1931).

Il teatro dell'ex convento di San Martino sarà il palcoscenico preferito di Argia Magazzari (1844-1934), attrice filodrammatica famosissima e amatissima dal pubblico bolognese.

Bibliografia

Paola Bignami, La cultura dello spettacolo a Bologna, in: ... E finalmente potremo dirci italiani. Bologna e le estinte Legazioni tra cultura e politica nazionale 1859-1911, a cura di Claudia Collina, Fiorenza Tarozzi, Bologna, Editrice Compositori - Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, 2011, p. 240


Maria Chiara Mazzi, Alla ricerca dei teatri perduti di Bologna a nord ovest della Via Emilia, Bologna, in riga edizioni, 2020, p. 34


contenuto inserito il 13 lug 2021