Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

1 gennaio 1855

Concerti da camera

L'Accademia Filarmonica promuove una serie di concerti da camera, ai quali intervengono il Cardinale legato, il Senatore di Bologna e la parte più fina e scelta della città. La consuetudine proseguirà con successo anche negli anni seguenti.

Nei programmi, oltre ad Haydn, prevalgono le composizioni di Mozart, Beethoven e Schubert, definiti un po' retoricamente "il genio del dramma, l'armonista profondo e il bardo ispirato", interpretate da professori o dilettanti di valore, quali Verardi, Brunetti, Parisini, Aria, che si possono considerare i precursori del Quartetto bolognese.

Non è facile, da parte del pubblico, la comprensione dei maestri tedeschi e nei programmi vi sono spesso concessioni ai gusti del tempo: ai trii di Beethoven o ai quartetti di Mozart sono intervallate romanze e pezzi d'opera da Rossini, Mercadante, Donizetti. Si accentua, comunque, grazie a questi incontri, una visione più cosmopolita della musica.

 

Bibliografia

 

Un mondo di musica. Concerti alla Società del Casino nel primo Ottocento, a cura di Maria Chiara Mazzi, Bologna, Museo del Risorgimento, 2014, p. 168


Francesco Vatielli, Cinquant'anni di vita musicale a Bologna (1850-1900). Parte prima, in: "L'Archiginnasio", 15 (1920), pp. 135-137



contenuto inserito il 30 gen 2019