Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

1 gennaio 1854

Ha successo la commedia "Morte del Conte di Montecristo"

Due giovani autori bolognesi, Giuseppe Costetti e Luigi Gualtieri, tentano il grande colpo: scrivere un testo che richiami a teatro tutti gli appassionati della città.

Nel 1854 scrivono - e fanno rappresentare dalla compagnia di Cesare Asti - il dramma Morte del Conte di Montecristo, in un momento di grande favore per i romanzi di Dumas e di Sue.

Il successo arride effettivamente alla commedia, ma non certo per la sua qualità: viene forse perché essa è opera di bolognesi, oppure per la bravura dell'anziano capocomico Asti, specialista delle scene di follia e delle morti violente.

Sta di fatto che poco dopo, a Firenze, gli studenti la stroncano clamorosamente, costringendo la compagnia allo scioglimento.

I due amici riproveranno l'anno successivo di nuovo a Bologna, con il dramma Nerone, rappresentato con buon successo, pur con qualche problema di censura e nonostante l'infuriare in città del colera, che mieterà centinaia di vittime, compreso il capocomico Astolfi.

Giuseppe Costetti (1834-1928) ha cominciato la carriera con commedie d'imitazione francese, per proseguire con fortunate produzioni, come Lilia, Silvio Pellico, Il duello, La forza della coscienza. Nel 1881 darà alla luce Libertas, commedia storica ispirata ai lavori di Paolo Ferrari, che vincerà il Premio Città di Torino e sarà interpretata con successo da Ernerso Rossi.

Sarà direttore generale delle Belle Arti e autore di apprezzati ricordi teatrali. Il lavoro lo porterà in giro per l'Italia, ma continuerà a scrivere drammi e a partecipare con successo a "vari regi concorsi".

Luigi Gualtieri (1825-1901), originario di Saludecio, ha dovuto abbandonare gli studi universitari a Bologna e si è dato alla scrittura. Anch'egli scrive romanzi e drammi di argomento storico o di attualità, ispirati ai francesi, quali Misteri d'Italia (1849) e Bologna sotterranea (1853).

Su invito del marchese Pepoli sarà redattore del giornale teatrale "L'incoraggiamento", uscito tra il 1855 e il 1856. Nell'ultima parte della sua vita sarà professore di letteratura italiana a Sanremo.

 

Bibliografia

Marina Calore, Bologna a teatro. L'Ottocento, Bologna, Guidicini e Rosa, 1982, p. 20, 107-108



Treccani.it - Costetti, Giuseppe


Luigi Gualtieri - Wikipedia


evento inserito il 11 set 2019