Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

31 agosto 1848

Si chiede un Comitato militare

La sera del 31 agosto Agamennone Zappoli, Angelo Masini (o Masina), Callimaco Zambianchi, noto “demagogo” romagnolo, e Livio Zambeccari, accompagnato da cento uomini armati del proprio battaglione, irrompono nel palazzo comunale e mettono in stato di arresto la Guardia Civica di presidio.

Chiedono la sostituzione dell'attuale governo con un Comitato militare. Il Prolegato, a contrastare l'azione ostile di Zambeccari, chiama a rinforzo un centinaio di soldati pontifici. Nel frattempo gli ufficiali civici gli offrono il loro appoggio e propongono di invitare il cardinale Amat, ritirato ai Bagni della Porretta, a rientrare a Bologna, per imporre al disordine presente la sua autorità di Commissario straordinario.

A questo proposito è nominata una deputazione di quattro persone, due per la Guardia Civica e due per il popolo. Anche Zambeccari viene convinto a non insistere in una richiesta di secessione, che per molti porterebbe danno alla causa italiana.

Bibliografia
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, v. 1., pp. 437-438

contenuto inserito il 26 set 2018