Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

27 aprile 1848

Rossini contestato

Il 27 aprile un battaglione di volontari romani sfila in Strada Maggiore con la banda in testa. Davanti a Palazzo Donzelli, residenza di Gioachino Rossini, la fanfara attacca un pezzo del maestro, che si affaccia al balcone per ringraziare dell'omaggio. Viene però accolto da salve di fischi e ingiurie da parte di un gruppo di facinorosi aggregati al corpo militare.

Il giorno dopo Rossini, "odiato e deriso dal popolo", lascia Bologna in incognito e si rifugia a Firenze, accompagnato dalla seconda moglie, Olympe Pélissier.

Alcuni patrioti lo accusano di non appoggiare la rivoluzione, "di amar molto gli agi e gli onori, poco la libertà e l'indipendenza della patria", oltre al fatto di non aver onorato a dovere il suo incarico al Liceo musicale. Enrico Bottrigari lo considera "egoista per eccellenza" e, sebbene ricco, "impopolarissimo".

Altri però lo difendono, sostenendo che le sue opere sono sufficienti a dimostrare il suo impegno per la causa liberale. Lo stesso padre Ugo Bassi interviene in suo favore affermando che "chi ha scritto il Guglielmo Tell non può essere tacciato di scarso amor patrio".

Pur rimanendo prudentemente lontano da Bologna, giustificandosi con la salute malferma della moglie, Rossini accetterà la lettera riparatrice del patriota barnabita e il suo invito a comporre un Inno italiano, che sarà eseguito in Piazza Maggiore la sera del 21 giugno 1848.

Bibliografia
  • Barbara Baraldi, 101 perchè sulla storia di Bologna che non puoi non sapere, Roma, Newton Compton, 2018, pp. 265-266
  • Bologna nell'Ottocento, a cura di Giancarlo Roversi, Roma, Editalia, 1992, pp. 125-127

  • Bologna visitata in bicicletta, a cura del del Monte Sole Bike Group, Ozzano Emilia, Arti Grafiche Reggiani, 1999, p. 126, 141
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, v. 1., p. 330, 357
  • Marina Calore, Bologna a teatro. L'Ottocento, Bologna, Guidicini e Rosa, 1982, p. 45
  • Vittorio Emiliani, Il furore e il silenzio. Vite di Gioachino Rossini, Bologna, Il Mulino, 2007, p. 363
  • Maria Chiara Mazzi, Bologna nelle storie della musica. Un itinerario in otto tappe per una visita al Museo della Musica, Bologna, in riga edizioni, 2019, pp. 32-33
  • Giuseppe Pittano, Carla Xella, I giorni di Bologna e dell'Emilia-Romagna, Bologna, Cappelli, 1978, p. 92
  • Marco Poli, Accadde a Bologna. La città nelle sue date, Bologna, Costa, 2005, p. 200
  • Gida Rossi, Bologna nella storia nell'arte e nel costume, Sala Bolognese, Forni, 1980, p. 601
  • Rossini a Bologna, note documentarie (...), a cura di Luigi Verdi, Bologna, Patron, 2000, pp. 118-122
  • Viaggio a Rossini, a cura di Luigi Ferrari, Bologna, Nuova Alfa, 1992, p. 61
  • Francesco Vatielli, Rossini a Bologna. Parte prima, in: “L'Archiginnasio”, 12 (1917), p. 170
  • Antonio Zanolini, Biografia di Gioachino Rossini, Bologna, Zanichelli, 1875, pp. 108, 111-112


contenuto inserito il 5 mar 2021