Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

15 novembre 1848

Assassinio di Pellegrino Rossi. Fuga del Papa a Gaeta

Il 15 novembre, mentre si reca senza scorta al Palazzo della Cancelleria, sede del parlamento romano, il primo ministro pontificio Pellegrino Rossi (1787-1848) è assalito dalla folla e ucciso da mano ignota.

Il 16 novembre avvengono scontri davanti alla sede papale del Quirinale. Il Papa accorda un nuovo ministero con Giuseppe Galletti agli Interni e Terenzio Mamiani agli Esteri.

Il 24 novembre Pio IX fugge a Gaeta sulla carrozza dell'ambasciatore di Baviera e si rifugia sotto la protezione del Re di Napoli. Nei giorni successivi la Francia decide un intervento militare a suo favore.

La morte di Pellegrino Rossi desta scalpore a Bologna, dove lo statista ha studiato e insegnato, dichiarandosi sempre molto legato alla città, che lo ammise “agli onori del Foro”. Emigrato a Ginevra e poi in Francia dopo la caduta di Napoleone, dal 1845 al 1848 fu ambasciatore di Luigi Filippo presso la Santa Sede.

Per protestare contro la scarsa energia nel perseguire gli assassini dello statista di Carrara, Marco Minghetti si dimette dal governo romano e fa ritorno a Bologna, assieme agli altri deputati bolognesi Banzi e Bevilacqua. Qui guiderà una fazione liberale ostile alla Assemblea Costituente.

Bibliografia
  • Roberto Balzani, Giancarlo Mazzuca, Amarcord Romagna. Breve storia di una regione (e della sua idea) da Giulio Cesare a oggi, Argelato, Minerva, 2016, p. 140
  • Aldo Berselli, Da Napoleone alla Grande Guerra, in: Storia di Bologna, direttore Renato Zangheri, vol. 4., tomo 1., Bologna, Bononia University Press, 2010, p. 52
  • Carlo Calcaterra, Alma Mater Studiorum. L'Università di Bologna nella storia della cultura e della civiltà, Bologna, N. Zanichelli, 1948, pp. 286-287
  • Colorare la patria: tricolore e formazione della coscienza nazionale, 1797-1914, a cura di Mirtide Gavelli, Otello Sangiorgi, Fiorenza Tarozzi, Firenze, Vallecchi, 1996, p. 51
  • Mariagrazia Esposito, Gianluca Stanzani, Persicetani uniti. Storie e uomini del Risorgimento bolognese (1815-1871), San Giovanni in Persiceto, Maglio, 2011, p. 66

  • Clemente Fedele, Francesco Mainoldi, Bologna e le sue poste, Bologna, F. Mainoldi, 1980, p. 240
  • François Gasnault, La cattedra, l'altare, la nazione. Carriere universitarie nell'Ateneo di Bologna, 1803-1859, Bologna, CLUEB, 2001, pp. 207-208
  • Carlo Manelli, La Massoneria a Bologna dal XII al XX secolo, Bologna, Analisi, 1986, p. 70 (P. Rossi)
  • Daniele Menozzi, L'età napoleonica e la Restaurazione, in: L'Università a Bologna. Maestri, studenti e luoghi dal XVI al XX secolo, a cura di Gian Paolo Brizzi, Lino Marini, Paolo Pombeni, Bologna, Cassa di Risparmio (...), 1988, p. 32 (P. Rossi)
  • Marco Minghetti. Bio-bibliografia, a cura di Raffaella Gherardi, Bologna, A. Forni, 1977, p. 8
  • Gida Rossi, Bologna nella storia nell'arte e nel costume, Sala Bolognese, Forni, 1980, p. 617
  • La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 77
  • Storia della Università di Bologna, vol. 2., Luigi Simeoni, L'età moderna (1500-1888), Bologna, Zanichelli, 1947, pp. 170-171
  • Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 156 (P. Rossi)
  • Nerio Zanardi, Capitoli bolognesi della storia d'Italia. Da Irnerio a Carducci, Bologna, Patron, 1997, pp. 375-377

contenuto inserito il 26 ott 2020