Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

18 settembre 1848

Arruolamento del Reggimento dell'Unione

Il 18 settembre è emanata una ordinanza che apre l'arruolamento volontario di un reggimento speciale di truppe regolari, chiamato Reggimento dell'Unione, formato da elementi tra i 18 e i 40 anni. Il provvedimento è dettato dalla necessità di "ridurre a milizia bene ordinata e disciplinata i vari Corpi Armati" presenti nelle Legazioni.

Si apre la possibilità di una carriera onorata per tutti i giovani che hanno militato volontariamente sotto le bandiere pontificie nei conflitti trascorsi. L'ordinanza, molto vantaggiosa, attrae subito i volontari.

A soli cinque giorni dal provvedimento, Farini può far sapere al Ministro delle Armi che ormai Bologna si sta liberando dei corpi franchi "e cosi sarà tolto, se altro non fosse, lo scandalo del più imprudente furto legalizzato ed il pascolo all'anarchia di piazza e di caserma".

Nonostante qualche contrattempo, lo scioglimento delle squadre irregolari procederà in fretta e il successo dell'operazione sarà dovuto anche all'avvenuta partenza da Bologna dei corpi franchi più agguerriti e indisciplinati, quali il Corpo di Zambeccari e il Battaglione universitario romano.

Il 1° ottobre Farini scriverà al Ministro dell'Interno Pellegrino Rossi che i corpi franchi "sono del tutto disciolti" e che sono "sperperate le varie accozzaglie d'uomini in arme, che erano qui, disarmate in parte, disgregati i novelli Ciompi bolognesi".

Bibliografia
  • Enrico Bottrigari, Cronaca di Bologna, a cura di Aldo Berselli, Bologna, Zanichelli, 1960-1962, v. 1., p. 453
  • Giovanni Natali, Lo scioglimento dei Corpi Franchi Pontifici e il Reggimento dell'Unione, in: "Rassegna storica del Risorgimento", 1936, pp. 191-192, 197

contenuto inserito il 23 apr 2019