Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

12 gennaio 1845

Giovanni Vicini muore in povertà a Massalombarda

L'avvocato Giovanni Vicini (1771-1845) muore in povertà a Massalombarda (RA), dove è confinato dal 29 agosto 1835.

Laureato a Bologna in giurisprudenza, ha aderto alle idee di Napoleone ed è stato rappresentante di Cento ai congressi di Reggio Emilia e Modena, poi segretario generale della Repubblica Cispadana. Nella Cisalpina ha ricoperto a Milano importanti incarichi  e ha partecipato ai comizi di Lione.

Con la Restaurazione si è tenuto lontano dalla politica, ma durante la "rivoluzione municipale" del 1831 è stato eletto a capo del Governo Provvisorio delle Provincie Unite. Dopo la resa di Ancona è fuggito in Francia.

Tornato in Italia dopo un breve periodo, si è sposato in seconde nozze a Porretta Terme, prima di essere relegato in Romagna, dove, per mantenersi, ha aperto uno studio di consulenza legale.

Qui ha avuto tra i suoi praticanti anche il futuro grande attore Gustavo Modena (1803-1861).

Bibliografia

Tiziano Costa, Grande libro dei personaggi di Bologna. 420 storie, Bologna, Costa, 2019, p. 185


La storia d'Italia, Roma, La Biblioteca di Repubblica, 2005, vol. 25, Cronologia, p. 64


Torri e castelli. Bologna e la sua provincia. Storia, dizionario biografico, opere d'arte, notizie d'oggi, 2. ed. ampliata a cura di Luigi Arbizzani e Pietro Mondini, Bologna, Editrice Galileo, 1966, p. 166



Giovanni Vicini - Wikipedia

evento inserito il 15 set 2020