Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

11 maggio 1798

La Commissione di Sanità

Con la Legge 22 fiorile anno VI (11 maggio 1798) il Direttorio della Cisalpina dispone che la gestione della sanità sia affidata a una Commissione eletta in ogni capoluogo dipartimentale.

Essa sostituisce le tre strutture preposte nell'Ancien Régime: il Collegio Medico con il Protomedicato, l'Assunteria di Sanità e il Legato.

Riattivata dopo la parentesi della Reggenza austriaca, la Commissione di Sanità sarà composta di cinque membri: a tre di essi saranno assegnati compiti di prevenzione delle epidemie e di controllo dell'igiene ambientale, gli altri due eserciteranno la vigilanza sulle professioni sanitarie e sulla vendita dei medicinali.

Il Decreto imperiale del 5 settembre 1806 unificherà la legislazione sanitaria dei vari territori posti sotto l'influenza francese.

Bologna sarà sede di una delle tre Direzioni di Polizia sanitaria (assieme a Pavia e Padova), formate dai professori delle Facoltà mediche e adibite al controllo delle abilitazioni professionali e alla repressione di eventuali abusi.

Le competenze delle Commissioni sanitarie passeranno nel 1809 al Prefetto, nell'ottica della politica accentratrice e autoritaria del Regno italico.

Bibliografia
  • Stefano Arieti, Società e sanità a Bologna nel XIX secolo, in: “Il carrobbio”, 25 (1999), pp. 187-190

Contenuto inserito il 11 giu 2019