Cronologia di Bologna dal 1796 a oggi

Archivio di notizie sulla storia della città e del suo territorio dal 1796 ad oggi. Con riferimenti bibliografici, link, immagini.

6 giugno 1797

Rimozione delle armi e degli stemmi nobiliari

Il 5 giugno alcuni agitatori, tra i quali i fratelli Ceschi e Giuseppe Gioannetti, dopo un comizio davanti al Caffè degli Stelloni, percorrono le strade cittadine e sottraggono dalle case nobili diverse armi e stemmi non ancora cancellati, nonostante i recenti divieti.

Il giorno seguente sono levate dalle chiese le armi delle cappelle nobiliari e quelle sulle inferriate e sulle panche, “deturpando ogni bel monumento”.

Vengono rimossi gli stemmi in bronzo della fontana del Nettuno - saranno rimontati più avanti in ordine errato - e cancellati quelli del portico di San Luca, degli Scalzi e dei Mendicanti.

Alcune sottrazioni non sono autorizzate dal comitato centrale di governo, che ha appena rilevato i poteri del Senato cittadino.

Approfondimenti
  • Tommaso de' Buoi, Diario delle cose principali accadute nella città di Bologna dall'anno 1796 fino all'anno 1821, a cura di Silvia Benati, Mirtide Gavelli e Fiorenza Tarozzi, Bologna, Bononia University Press, 2005, p. 49
  • I caffè storici in Emilia-Romagna e Montefeltro, a cura di Giancarlo Roversi, Casalecchio di Reno, Grafis, 1994, pp. 45-46
  • Giuseppe Guidicini, Diario bolognese. Dall'anno 1796 al 1818, Bologna, Forni, 1976, vol. 1., p. 69
  • Fabio e Filippo Raffaelli, Il Nettuno si racconta. Quattro secoli di vicende romanzesche, dai papi a Napoleone, da Garibaldi ai nostri giorni, visti con gli occhi del Gigante, Bologna, Grafica editoriale, 1989, p. 78

vedi tutto l’anno 1797