immagine di Leila Marzocchi
Gli autori e le autrici

Leila Marzocchi

E' nata a Bologna nel 1959. Dal 1985 si occupa di illustrazione e fumetto. Ha pubblicato sui quotidiani "Reporter", "Il Manifesto", "L’Unità", e sulle riviste "Zoom", "Accaparlante", "Consumatori", "Dolcevita", "Comic Art", "Mondo Naif".

Nel 1990 ha fondato, con altri autori quali Igort, Gabos, Carpinteri, la rivista "Fuego". Ha collaborato con periodici francesi e giapponesi.

Ha pubblicato Bagolino Monogatari (Centro Fumetto Andrea Pazienza), Il camioncino Rosso (Biber, 2000) e Il calendario di Pillo (Biber, 2001).

Nel 2015 è uscito, con suoi disegni, il volume Dieci elegie per un ossobuco. Vi si raccontano le avventure di Bedo, una mummia fuggita dal Louvre e finita in un circo di freaks, dove dimostra inaspettate doti acrobatiche e un vero talento nel narrare storie.

Nel 2016 ha concluso la pubblicazione dell'opera Niger, un "mistery silvestre", che si sviluppa in sei piccoli albi di 32 pagine ciascuno (Collana Ignatz di Coconino Press). Un giorno, in una casa su un albero abbandonata, arriva, trascinato dal vento, uno strano essere a forma di larva e tutti gli abitanti del bosco seguono, trepidanti e curiosi, il suo sviluppo. Per questa opera la Marzocchi ha ricevuto il Premio speciale della Giuria Gran Guinigi 2017.

 

Cerca sue opere nel catalogo
Documento del 2 dic 2021