La rivoluzione nella letteratura russa

i libri che sconvolsero la Russia di inizio Novecento

La passione per la distruzione è nello stesso tempo anche passione creatrice.

Michail Bakunin

 

La cultura russa del primo ventennio del XX secolo è stata estremamente ricca ai talenti eccezionali nel campo della letteratura, dell'arte e del teatro, e ha arricchito anche altre culture europee: durante la prima metà del Novecento, questi talenti erano infatti attivi anche a Parigi, a Berlino, a Praga ed anche in Italia.

Queste proposte navigabili qui a fianco selezionano e mettono in evidenza le opere letterarie che hanno sconvolto la Russia all'inizio del secolo e sono state influenzate da una situazione economica e sociale disastrosa, caratterizzata da grandi disparità di classe - la borghesia ricchissima e colta, da un lato, il popolo analfabeta, dall'altro. In questa situazione gli scrittori riflettono in vari modi gli effetti prodotti dalle guerre e dalle rivoluzioni che dilaniano il paese in quegli anni.

Da un sentimento di attesa apocalittica, di speranza, alla rude esperienza della rivoluzione, fino alla delusione provata con l'irrigidirsi del nuovo potere in senso autoritario e illiberale: da Gorkij a Pasternak, si dipana una splendida, drammatica stagione di arte e letteratura.

 

 

Array.fileTitle

Proposte della biblioteca